Tempo libero
L'uscita

“Freddo estivo”, la prima da solista per PnG

Paolo Nicolò Giannetti, pistoiese doc e componente di CaMe, si è lanciato in questa interessante avventura

“Freddo estivo”, la prima da solista per PnG
Tempo libero Pistoia, 19 Settembre 2021 ore 13:21

Ad un anno di distanza dall'uscita del primo EP "Recs", la crew pistoiese CaMe è tornata sulla scena per collaborare e dare vita al progetto "Freddo estivo", primo mixtape da solista di Paolo Nicolò Giannetti, in arte PnG.
Uscito il 3 settembre scorso e composto da tredici tracce, tra cui i singoli "56 barre" e “John Gotti// non si può” che lo hanno anticipato, è disponibile all'ascolto gratuitamente su le piattaforme online Spotify, YouTube ed Apple Music.
Fondata nel 2019 da Aron Darden (Matteo Forasassi), Cresce (Crescenzo Sansone), Master May (Alessio Maggiolini), Zeef The Kid (Andrea Frizzoni) e appunto PnG, CaMe fa parte del mondo degli artisti indipendenti ed a Pistoia ha trovato la sua casa e fonte d'ispirazione.
«Freddo estivo, come sottolinea il titolo, racconta di contrasti, tanto a livello di generi quanto di tematiche. La stessa Pistoia ne è ricca. Parliamo di una piazza valida, con tanti ragazzi talentuosi ma che faticano ad emergere – ha spiegato Giannetti – il progetto racchiude una spiccata "pistoiesità": vi sono tante citazioni alla città, esaltata ma anche analizzata con l'occhio critico di chi la ama e allo stesso tempo la sente stretta, restia ad accogliere le novità artistiche e culturali».
A partecipare al mixtape sono tutti i componenti della crew, sia direttamente in produzioni che con continui pareri e consigli dall'esterno, accrescendo la poliedricità e variabilità musicale del lavoro. «Il progetto PnG come solista è nato circa un anno fa, si tratta di un lungo lavoro di ricerca del suono dopo i primi pezzi di rodaggio. Sentivo di aver raggiunto la maturità giusta, di essere al culmine della ricerca sul mio stile personale e da lì ha mosso i primi passi nella mia mente "Freddo estivo". Parliamo di un lavoro completamente fatto in casa, la produzione è stata curata quasi interamente da me e Cresce, con budget minimo ma enorme studio e impegno. Il mixtape è principalmente trap ma con influenze rap, R&B, EDM e pop. Ci sono pezzi romantici, riflessivi e altri ballabili, da club. Il punto di forza maggiore ritengo sia il forte legame con Pistoia, la quotidianità vissuta in città. Ad esempio una delle tracce è dedicata interamente al Pistoia Basket ed un'altra si intitola "Zona 51100", ci sono citazioni a luoghi e fatti accaduti nel nostro comune».
All'uscita del mixtape seguirà la parte di promozione con già molte idee nel cassetto per il futuro prossimo. «Lavoro continuamente a nuova musica ma il fulcro adesso sarà la promozione di "Freddo estivo". Sto già pensando all'uscita di altri singoli corredati da videoclip su YouTube ed ho alcune idee in merito piuttosto ambiziose riguardo alcuni pezzi che spero di poter svelare in seguito. Vorrei riuscire ad arrivare alle orecchie dei pistoiesi e non solo, intanto posso dire di essere molto felice del lavoro compiuto».