Menu
Cerca
SPORT

Ultimi giorni di iscrizioni al 36° Rally della Valdinievole e Montalbano: gli scenari di gara

Ci sarà tempo sino al 28 aprile, per aderire alla chiamata della gara organizzata da Jolly Racing Team insieme a Laserprom 015, ART Motorsport 2.0 e con il sostegno di ACI Pistoia.

Ultimi giorni di iscrizioni al 36° Rally della Valdinievole e Montalbano: gli scenari di gara
Sport Valdinievole, 27 Aprile 2021 ore 09:41

Ultimi giorni di iscrizioni aperte, per il 36° Rally della Valdinievole e Montalbano, in programma per l’8 e 9 maggio a Larciano, con l’organizzazione curata dalla Scuderia Jolly Racing Team in collaborazione con Laserprom 015 e Art motorsport 2.0 e con il sempre importante sostegno dell’Automobile Club Pistoia.

Infatti, sino a mercoledì 28 aprile, sarà possibile accettare la sfida proposta per questa gara che torna dopo un anno di sosta forzata per via dell’emergenza sanitaria e lo fa proponendo un format decisamente snello, con le prove speciali che impiegheranno in sostanza due strade, sulle quali sono disegnate sfide ricavate dalla tradizione. Una tradizione che parte in questo caso dai primi anni ottanta. Vale la pena “leggerle”:

Il percorso

Il disegno del percorso, come innanzi accennato, prevede lo sfruttare al massimo le strade che saranno le prove speciali prevedendo più versioni, più “varianti” sul tema in modo tale anche da creare quante meno difficoltà possibile al territorio ed i suoi abitanti. In totale avremo quindi sei prove speciali per un totale cronometrato di 56,910 chilometri sull’intero tracciato che ne fa 123,050.

PROVA SPECIALE N. 1-3-7 “Larciano” (varia la lunghezza)

Km. 10,050 (PS 1) – Km. 4,600 (PS 3) – Km. 10,050 (PS 5)

Una strada, tre prove, due diverse lunghezze di sfida. Start da Via Larciano, ripercorrendo il luogo di partenza della “piesse” che veniva percorsa dalla Coppa Liburna negli anni ottanta, ai tempi delle vetture di Gruppo B. Carreggiata a larghezza media, fondo assai buono, a metà del suo sviluppo presenta un salto che non sarà difficile vedere a quattro ruote alzate. Il tracciato è molto nervoso , chiede ritmo e presenta anche tratti veloci, tanto da definirla una prova completa, avendo anche salita, discesa, tratti pianeggianti. IL fine prova speciale non è troppo lontano dall’intersezione con la direttrice che la Larciano porta a Lamporecchio, in un tratto di carreggiata più largo che non di quello che i concorrenti avranno affrontato fin lì.

La versione più corta ha la parte iniziale come quella “lunga” ma termina prima, in località “Mungherino”, mantenendo quindi intatte tutte le caratteristiche tecniche dell’impegno.

PROVA SPECIALE N. 2-4-6 “Lamporecchio” (varia la lunghezza)

Km. 11,770 (PS 2) – Km. 8,670 (PS 4) – Km. 11,770 (PS 6)

Anche in questo caso tre prove, una strada e due lunghezze diverse. Si parte in piano, per poi andare a salire dopo circa 500 metri, su sede stradale tortuosa, con un doppio dosso, a circa 2 chilometri, che guarda in faccia il pilota. E’ importante trovare subito il ritmo per arrivare poi all’innesto con la celebre “piesse” di San Baronto con la sua spettacolare inversione, spettacolo puro. Qui inizia la parte forse più difficile in discesa per circa 2,2 chilometri, di quelli che guardano in faccia l’equipaggio: la sede stradale è molto larga, invitante, con traiettorie da pista con ampi curvoni che riportano a soli due chilometri dal centro di Lamporecchio. Dopo una discesa così occorre davvero riprendere fiato.

Versione “B” più corta anche in questo caso: parte da località “Fornello” e da lì riprende le caratteristiche della versione più lunga, sino all’arrivo.

Sarà poi la gara del debutto del tanto atteso Campionato Provinciale ACI Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, riservato ai Soci titolari di licenza ACI Sport. Slittata di una stagione, a causa della pandemia, che ha permesso di disputare solo un evento sul territorio pistoiese l’iniziativa torna in campo, andando a confermare Pistoia come un centro importante per l’automobilismo nazionale e per il motorsport. E proprio sulla spinta della passione è stato deciso, dal Comitato Organizzatore, di intitolare il Campionato Provinciale ACI Pistoia a Roberto Misseri, storico Consigliere di ACI Pistoia, commissario sportivo nazionale, uomo dalle grandi competenze nel settore del motorsport ed ancor prima dal grande amore per esso, prematuramente scomparso nell’aprile di due anni fa. Il regolamento del Campionato, disponibile nella sua versione integrale nel sito web istituzionale www.pistoia.aci.it.