Sport
bella prova

Secondo posto assoluto in Romania con Barbu e Iancu per la scuderia quarratina Autosole 2.0

Si chiude la prima avventura in Romania per la scuderia quarratina di Autosole 2.0: Nicola Fiore traccia il bilancio conclusivo dopo la medaglia d'argento assoluta.

Secondo posto assoluto in Romania con Barbu e Iancu per la scuderia quarratina Autosole 2.0
Sport Piana, 02 Novembre 2022 ore 14:23

Autosole 2.0 ha concluso la sua prima annata all’estero con un secondo posto assoluto nel Campionato nazionale di rally in Romania. La tappa finale della stagione, lo scorso fine settimana al Tess Rally Brasov, nella regione della Transilvania, ha portato Sebastian Barbu e Bogdan Iancu, con la Skoda Fabia R5, al secondo posto assoluto dietro il vincitore Simone Tempestini, andando a sancire così la medaglia d’argento in campionato dell’equipaggio, il quale ha riconfermato la posizione d’onore ottenuta nella passata stagione.

Medaglia d'argento in Romania per Autosole 2.0

E’ stata un’annata esaltante, quella di Autosole 2.0 in Romania (la prima all’estero della giovane struttura), con otto gare disputate sempre ai vertici, punteggiata da due successi assoluti, cinque secondi posti ed un quarto. Risultati resi possibili dalla forza dell’equipaggio e perfettamente assecondati dall’affidabilità e competitività del mezzo messo a disposizione.

Un lavoro importante, di grandi sacrifici, quello del giovane team quarratino insieme a FC Competition, che ha affidato la gestione tecnica del programma sportivo all’esperto Stefano Rafanelli, il quale ha saputo gestire al meglio possibile ed ottimizzare ogni trasferta sia sotto l’aspetto logistico che tecnico, creando una squadra di ottimi meccanici i quali hanno saputo seguire con estrema professionalità e preparazione tutti gli appuntamenti in calendario.

“Ritengo che sia risultato di alto livello – commenta Nicola Fiore, responsabile del Team – anzitutto perché siamo partiti per la stagione con un grosso punto interrogativo. Andare all’estero, in un contesto che non si conosceva e peraltro assai competitivo, un po’ ci spaventava. Ci siamo affidati a Rafanelli e sotto la sua guida la squadra dedicata al programma di Barbu, gran pilota e grande persona, ha lavorato a testa bassa per conseguire questo risultato eccellente. E’ stata un’annata dura ma esaltante allo stesso tempo, che ha confermato la bontà delle scelte operate. Una scommessa vinta? Diciamo di si, ci siamo giocati il titolo sino all’ultima gara a disposizione mancandolo per pochissimo e grazie a tutto questo siamo cresciuti molto, pronti a dare nuove soddisfazioni ai clienti sportivi che ci sceglieranno ed anche a noi, che siamo principalmente mossi dalla passione”.

Seguici sui nostri canali