Sport
SPORT

Rally Città di Pistoia, è tutto pronto per l'edizione numero 42

Sabato 2 ottobre verifiche alla mattina, test con le vetture da gara dalle 14,30 alle 18,30 nei pressi di Quarrata e domenica 3 avranno luogo le sfide. Partenza dalle ore 8,00 ed arrivo finale dalle 16,40.

Rally Città di Pistoia, è tutto pronto per l'edizione numero 42
Sport Pistoia, 30 Settembre 2021 ore 15:38

Manca solo da accendere i motori, al 42° Rally Città di Pistoia, in programma questo fine settimana, ultima prova della Coppa Rally di Vi zona a coefficiente 1,5. E’ dunque l’ultima occasione per “staccare” il cartellino di accesso alla finale nazionale di Modena di fine ottobre.

Le iscrizioni, alla gara organizzata da Pistoia Corse Sport, insieme all’Automobile Club Pistoia, hanno chiuso con la cifra considerevole di 110 unità, con 95 “moderne”, 9 “storiche” e 6 “All Stars”, queste ultime vetture di particolare interesse storico e sportivo, non in gara ma in sola passerella sulle strade del rally.

Rombano i motori

Il Rally Città di Pistoia è anche l’ultima prova del Campionato Provinciale ACI Pistoia-Memorial Roberto Misseri, avrà ovviamente validità per il Trofeo Rally Toscano, per l’R Italian Trophy, per il Trofeo “Pirelli Accademia” e per il Michelin Zone Rally Cup, ponendo quindi la gara tra i più stimolanti impegni della stagione.

I MOTIVI SPORTIVI

Al via, pensando alla vittoria, vi sono due terzi del podio assoluto del 2020, vale a dire il pistoiese Thomas Paperini ed il maremmano Leopoldo Maestrini. Il primo, che vinse, dopo un avvio di stagione esaltante nel tricolore dove si è messo in luce tra gli under 25 è reduce da un infortunio in bicicletta e si ripresenta al via con una Skoda Fabia, insieme a Fruini, l’altro sarà della partita con una per lui nuova Citroen C3 R5, affiancato da Eleonora Mori. Ma ci sono anche altri tre vincitori della gara in passato che pensano in grande: l’aretino Roberto Cresci, con Ciabatti alle note su una Skoda Fabia (vincitore nel 2017), Federico Gasperetti (che di successi ne conta due) che avrà pure lui una Fabia condivisa con Ferrari, ed il montecatinese Paolo Moricci (Hyundai i20 R5), assecondato dal fido Garavaldi, che di allori a Pistoia ne ha sommati pure lui due.

SI annuncia quindi un confronto “caldo”, avvalorato anche da altri piloti di livello, come il valdinievolino Fabio Pinelli (insieme a Vivarelli), che torna di nuovo al voltante della VolksWagen Polo R5 dopo la prima gara fatta con la “tedesca” a Casciana, due settimane fa, al rientro dopo due anni di pausa, poi, Nicola Fiore, “gasato” dal secondo posto di Reggello ad inizio settembre, con al fianco Natalini. Da tenere d’occhio anche il lucchese Alessio Della Maggiora, con Favali (Skoda Fabia), ed anche il veneto innamorato delle gare toscane Vittorio Ceccato (Skoda). Il gentleman modenese Franco Rossi, affiancato dal celebre Flavio Zanella, sarà invece al via con una Ford Fiesta R5, poi ci riprovano pure i fratelli Davide e Andrea Giordano con la Mitsubishi Space Star e sarà al suo primo “Pistoia” il molisano Fabrizio Luzzi, fermo da tempo, con a destra la giovane copilota lucchese Miriana Gelasi.

Presenze “di nome” anche quelle del teramano Alfredo “dedo” De Dominicis, che proseguirà lo sviluppo della Renault Clio della nuova categoria N5 ed anche il livornese Giovanni Galleni, in un’inedita partecipazione con una Fiat Abarth 124.

Il parmense Roberto Vescovi, con la sua Renault Clio S1600 prenota invece il successo tra le vetture a due ruote motrici, ma dovrà certamente vedersela con diversi agguerriti contendenti, a partire dal laziale Simone di Giovanni, per proseguire poi con i lucchesi Claudio Fanucchi e Andrea Simonetti. Tutti avranno a disposizione una Renault Clio R3, mentre un altro vincitore del “Pistoia” (in due occasioni anche lui) Alessandro Ciardi, sarà al via della gara di casa con la Toyota GR Yaris, con la quale è attualmente in testa al monomarca della Casa nipponica e qui a Pistoia si allenerà in vista del prossimo impegno, il Rally 2Valli a Verona la settimana prossima.

Farà poi notizia il ritorno, dopo diverse stagioni, sulla Renault Clio Williams, di Luca Artino, il quale avrà al fianco la debuttante sorella Noemi, vincitrice della selezione under 18 a “Rally Italia Talent” tre anni fa.

Tante, sono le Clio Williams al via, tra cui quelle di dei fratelli Luca e Fabio Fagni, quella di Maurizio Corsi, di Mariano Mariani, e quelle delle due “dame” Luciana Bandini e Maila Cammilli, in una sfida dal sapore decisamente forte.

Tra le vetture a due ruote motrici si può pensare di vedere in posizioni importanti anche il marlianese Emanuele Danesi, con la Peugeot 208 Rally 4, ma anche Andrea Petta, con Giovacchini per la prima volta al fianco sulla Peugeot 208 R2 ed attenzione ovviamente a Gianandrea Pisani, stavolta al volante di una Renault Clio R3, puntando al Gruppo N.

Tra le vetture storiche, nove iscritte, il pratese Brunero Guarducci e la sua BMW M3 sono in lizza per bissare il successo del 2020 cercando di contrastare l’avanzata della Porsche 911 di Loris Lusenti.

Nella passerella “All Stars”, che non sarà di natura competitiva, certamente si farà ammirare la Lancia Stratos di Walter Peccianti, ma certamente anche la Fiat 131 Abarth di Marcello Rubino avrà il suo pubblico, come anche la altre vetture presenti, Toyota Celica, Lancia Delta Integrale e Talbot Sunbeam

CONFERME E NOVITA’ NEL PERCORSO

Sotto l’aspetto sportivo vi sono conferme ed anche novità insieme, con tre diverse prove speciali da ripetere due volte in un tracciato che si ispira alla tradizione. La prima sfida sarà la “Sarripoli” (Km. 9,270), rivista nella parte iniziale rispetto all’ultima occasione di due anni fa, poi viene confermata la “San Baronto” (km. 6,460), nella versione classica ma accorciata nella parte finale ed è invece riproposta la prova di “Berso” (la più lunga della gara, con 14,940 Km.), che fu proposta l’ultima volta nel 2014. Questa parte dalla omonima località di Berso e termina a Castagno, nei pressi della SP 17. In totale la gara, interamente alla domenica, conta 203,290 chilometri, dei quali 61,340 di prove speciali.

LA DIRETTA STREAMING DELLA PROVA SPECIALE N. 4 “SARRIPOLI” DELLE 12,40

Torna l’impegno video di Pistoia Corse, grazie allo stimolo della trasmissione social QUI MOTORI e del portale SPORT CULTURA, un importante broadcast di produzione video. Dalla joint è nata l’idea di riproporre (come accadde nel 2018) una diretta streaming su You Tube e sulla piattaforma social Facebook. Con la conduzione a “sei braccia”, di Alessandro Bugelli, Gabriele Michi e Vanni Ponziani (anche regista) verrà trasmessa la prova speciale no. 4 di Sarripoli, prevista dalle ore 12,40, con inizio della trasmissione alle 12,30.

Sarà possibile vedere la diretta nelle pagine facebook di QUI MOTORI e SPORT CULTURA, oltre che nel canale dedicato You Tube di Sport Cultura web tv. La novità sarà quella che sarà possibile interagire con i conduttori in trasmissione, dando ognuno il proprio contributo.

LA LOGISTICA

La logistica viene confermata, come nel 2020, nella zona industriale di “Sant’Agostino”, al fine di seguire le norme previste dai protocolli sanitari per la prevenzione dei contagi da Covid19: verifiche e quartier generale saranno di nuovo alla Concessionaria FCA “Brandini”, poco lontano vi sarà allestita la zona di partenza/arrivo, ubicata adiacente al PalaCarrara (in prossimità anche del Parco di Assistenza), ed i riordinamenti saranno alla BFM utensileria, sempre nella zona industriale.

Il Rally Città di Pistoia 2021 non prevede, allo stato attuale delle normative dettate dal protocollo sanitario federale, presenza di pubblico lungo le prove speciale ed anche i luoghi sensibili come partenza/arrivo, riordinamenti e parco assistenza saranno accessibili esclusivamente agli addetti ai lavori, registrati secondo le norme anti-contagio.

Sabato 2 ottobre verifiche alla mattina, test con le vetture da gara dalle 14,30 alle 18,30 nei pressi di Quarrata e domenica 3 avranno luogo le sfide. Partenza dalle ore 8,00 ed arrivo finale dalle 16,40.

TORNA LA PRESTIGIOSA PREMIAZIONE DI LÖWENGRUBE

Da segnalare la riproposta collaborazione tra l’evento e Löwengrube Pistoia. Il “nome” arricchisce la città ed il suo territorio con l’autentica esperienza di ristorazione tipica delle tradizionali bierstube bavaresi. Già partner dell’evento qualche tempo fa, riproposto anche lo scorso anno, questa edizione torna al fianco del Rally Città di Pistoia, premiando il podio assoluto della gara.

IL GIORNALE DI PISTOIA ANCORA “MEDIA PARTNER”

Per il terzo anno consecutivo, oramai, il “Giornale di Pistoia e della Valdinievole” si è confermato valido ed attento media partner del “Rally Città di Pistoia” per un connubio che prosegue con reciproco interesse da ambo le parti grazie alla stretta collaborazione con Pistoia Corse e con l’Automobile Club Pistoia. La settimana scorsa è stato allegato, con il giornale uno “speciale” di 40 pagine realizzato appositamente sull’evento, con notizie, curiosità, ecc.