Sport
Larciano

Jolly Racing team e Simone Baroncelli protagonisti nella manche "tricolore" del Rally Valtiberina

La scuderia di Larciano si impone nel confronto a due ruote motrici grazie ad una performance convincente da parte del giovane pilota pistoiese, al debutto sulla Peugeot 208 Rally 4.    

Jolly Racing team e Simone Baroncelli protagonisti nella manche "tricolore" del Rally Valtiberina
Sport Pistoia, 10 Agosto 2021 ore 10:24

Jolly Racing team e Simone Baroncelli protagonisti nella manche "tricolore" del Rally Valtiberina

È prevalendo nel confronto riservato alle vetture a due ruote motrici che Jolly Racing Team ha archiviato il Rally Città di Arezzo, Crete Senesi e Valtiberina, appuntamento valido per il Campionato Italiano Rally Terra che ha interessato - nel fine settimana - le strade della provincia di Arezzo. Otto, le prove speciali che hanno segnato il debutto di Simone Baroncelli al volante della Peugeot 208 Rally 4, vettura messa a disposizione dal team GF Racing. Per il pilota di Montale, portacolori della scuderia, un risultato altamente soddisfacente condiviso con Sofia D’Ambrosio, copilota chiamata alla prima collaborazione con il portacolori del sodalizio di Larciano.

Il commento

“Una gara che ho affrontato senza alcuna aspettativa, solo per valutare la vettura in previsione della stagione 2022 - il commento di Simone Baroncelli - un confronto che mi ha visto, per la prima volta, al volante di un esemplare turbo, tornando sul fondo sterrato dopo una prima metà di stagione che mi ha visto impegnato su speciali asfaltate. In pratica l’ho conosciuta allo shakedown, questa macchina ma già i primi riscontri di gara si sono rivelati soddisfacenti. Poi, guardando la classifica, abbiamo deciso di attaccare nell’ultima speciale, credendo a questo primato di classe R2C ma, soprattuLtto, a quello tra le vetture a due ruote motrici”.

Nel confronto dedicato alle auto storiche, prematuro ritiro per Roberto Galluzzi e Andrea Montagnani, messi fuori causa da un problema tecnico subito dalla loro Opel Corsa GSI nel corso della prova speciale inaugurale, sugli oltre tredici chilometri dell’Alpe di Poti. Un contesto, il Rally Valtiberina, che ha impegnato la scuderia valdinievolina a trecentosessanta gradi, con una nutrita schiera di copiloti che hanno affrontato l’appuntamento valido per il Tricolore Terra: tredicesima posizione assoluta per Marco Nesti, codriver che ha affiancato Valter Pierangioli su Skoda Fabia R5 Evo, prima posizione di classe R2B per Luca Guglielmetti (Ford Fiesta) nel confronto di categoria che ha visto elevarsi, sul terzo gradino del podio, il copilota pistoiese Alessio Pellegrini (Peugeot 208). Obiettivo traguardo raggiunto da Sabrina Cintolesi (Rover MG ZR 105) mentre a compromettere una consolidata seconda piazza di N2 da parte di Pietro Cigni (Citroen Saxo) è stato il ritiro nella sesta speciale. Tra le auto storiche, terza piazza di 4° Raggruppamento per Sandro Sanesi, copilota impegnato sul sedile destro di una Ford Sierra Cosworth.

Un fine settimana positivo

Un fine settimana soddisfacente per i colori pistoiesi di Jolly Racing Team, con Alessio Natalini salito - da copilota - sul terzo gradino del podio assoluto del Rally Monte San Giovanni Campano, su Skoda Fabia R5. Un confronto, quello “andato in scena” sulle strade della provincia di Frosinone, che ha garantito al copilota portacolori di elevarsi tra i primi tre classificati della “generale”.