Sport
SPORT

Abetone Cutigliano Città Toscana dello Sport 2022: settanta anni fa la medaglia d’oro di Zeno Colò

“Non possiamo non ricordare oggi quel 16 Febbraio del 1952 – dichiara il Sindaco di Abetone Cutigliano Marcello Danti – un giorno che ha portato Abetone Cutigliano sul tetto del mondo.

Abetone Cutigliano Città Toscana dello Sport 2022: settanta anni fa la medaglia d’oro di Zeno Colò
Sport Montagna, 15 Febbraio 2022 ore 16:57

Il 16 Febbraio del 1952 ai giochi Olimpici invernali di Oslo era presente anche un abetonese di nome Zeno Colò che scese lungo la pista a una velocità tale che sembrò di vederlo volare, proprio come un falco. Grazie a quella tenacia, alla voglia di arrivare tra i primi e alle piste dell’Abetone che gli avevano insegnato a sciare, arrivò primo su tutti portando a casa con sé una bellissima medaglia d’oro, in esposizione al Museo dello Sci ad Abetone. Oggi, dopo settanta anni, ricordiamo quella discesa con ammirazione e orgoglio, senza dimenticare che il primo, e ad oggi unico, italiano vincitore della discesa libera alle olimpiadi fu proprio Zeno Colò, nato e cresciuto in quel territorio che oggi è il Comune di Abetone Cutigliano. Per questa occasione abbiamo coinvolto le scuole di Abetone Cutigliano, San Marcello Piteglio, Fiumalbo e Pievepelago, invitando gli studenti a visitare il Museo dello Sci per far conoscere meglio ai nostri giovani la storia dello sci del nostro territorio.

La ricorrenza a poche ore dall'argento della Goggia

Questa ricorrenza cade anche proprio a poche ore dalla grande impresa delle nostre italiane a Pechino: l'argento della Goggia, a 23 giorni dal suo infortunio, e il bronzo della Delago ci rendono davvero orgogliosi e meritano di essere citati in una giornata così importante per lo sci e per la discesa libera italiana.

“Non possiamo non ricordare oggi quel 16 Febbraio del 1952 – dichiara il Sindaco di Abetone Cutigliano Marcello Danti – un giorno che ha portato Abetone Cutigliano sul tetto del mondo. Zeno Colò ha fatto conoscere il nome del nostro territorio a livello mondiale e per questo non potremo mai essergli più grati. Poter vedere la medaglia d’oro che ha vinto e portato nel suo paese al Museo dello Sci di Abetone è un’emozione unica e, durante la presentazione della Città Toscana dello Sport 2022, sono stati consegnati al museo anche i suoi sci e le sue racchette di legno”

“Il 16 febbraio ricorre l'anniversario della vittoria olimpica dello sciatore abetonese Zeno Colò alle Olimpiadi del 1952- commenta Diego Petrucci Presidente del consiglio comunale di Abetone Cutigliano e consigliere regionale-. Ad oggi rimane l'unico italiano ad aver vinto la medaglia d'oro in discesa libera alle Olimpiadi invernali. Fu uno degli sciatori italiani più forti di tutti i tempi, un fuoriclasse d'altri tempi, capace di scendere a quasi 160 all'ora senza casco e su sci di legno e di vincere la prima medaglia d'oro olimpica del movimento azzurro. La sua è e rimane una meravigliosa storia italiana, condita di romanticismo e dei valori più genuini dello sport. Quell'Italia che usciva dalla Seconda guerra mondiale e rinasceva anche attraverso lo sport. Zeno Colò è stato uno degli alfieri italiani che ci hanno fatto diventare grandi e sognare. Come Presidente del Consiglio comunale di Abetone-Cutigliano e come Consigliere regionale sento il dovere di ricordare la figura di Zeno Colò come personaggio e campione di quell'Italia romantica che rinasceva dalle macerie. Più forte della guerra, più forte del periodo post bellico e più forte degli avversari!”

“In occasione dei 70 anni dalla vittoria della medaglia d'oro olimpica di Zeno Colò – dichiara l’Assessore al turismo e allo sport di Abetone Cutigliano Andrea Formento - e nel corso delle Olimpiadi invernali a Pechino, abbiamo voluto dare un segnale al mondo della scuola e ai nostri giovani per una maggiore conoscenza della storia dello sci alpino che si è sviluppata ad Abetone Cutigliano. Attraverso il coinvolgimento degli istituti scolastici, non solo di Abetone Cutigliano ma anche di San Marcello Piteglio, Fiumalbo e Pievepelago, abbiamo invitato gli studenti a visitare il Museo dello Sci di Abetone per far conoscere ai ragazzi più giovani i nostri campioni e cosa hanno rappresentato da un punto di vista dello sviluppo dello sci e turistico. Questa iniziativa verrà ripetuta anche nel corso dei campionati italiani allievi ragazzi invitando i capisquadra regionali a portare i propri atleti a visitare il museo e lo stesso verrà fatto nel corso di Pinocchio sugli sci, quando cercheremo di coinvolgere anche le nazioni straniere perché possano riportare all'interno della propria nazione questa esperienza. Concluse le Olimpiadi invernali a Pechino, onoreremo Zeno Colò con una manifestazione che vedrà coinvolti sia i grandi campioni del passato ma anche e soprattutto esponenti dello sci attuale.”

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter