La storia positiva

Laurearsi ai tempi del Covid-19? Per Sharon Palamidessi del Ponte direttamente dal salotto di casa

Il bel traguardo, con annesso 110 e lode, ottenuto da Sharon Palamidessi di Ponte Buggianese che, ai tempi del Covid-19, si è laureata dal proprio salotto in collegamento online con l'Università di Bologna.

Laurearsi ai tempi del Covid-19? Per Sharon Palamidessi del Ponte direttamente dal salotto di casa
Valdinievole, 12 Aprile 2020 ore 13:46

Un traguardo particolare come quello della tesi di laurea che, a causa del coronavirus, è stato stravolto: la discussione, infatti, è avvenuta direttamente dal salotto di casa propria a Ponte Buggianese. La storia di Sharon Palamidessi, 25 anni, raccontata sul GIORNALE DI PISTOIA E DELLA VALDINIEVOLE in edicola lo scorso 27 marzo.

La “strana” tesi di laurea di Sharon Palamidessi

Il giorno della laurea fa parte di quei pochi giorni della nostra vita che custodiamo nella scatola dei ricordi più cari. Un momento in cui i sacrifici, le pile di libri da studiare sulla scrivania che incombono, le ore passate su treni o autobus, le chiacchiere in pausa pranzo con i compagni, l’attesa prima degli esami, la soddisfazione o l’amarezza durante le verbalizzazioni, acquistano senso. C’è chi programma nei minimi dettagli questo giorno, chi non si prepara nemmeno il discorso da fare davanti alla commissione, chi si è cronometrato al secondo per rientrare nei tempi a disposizione durante la discussione. Insomma, ognuno la vive a proprio modo.
In queste ultime due settimane tutti i piani dei neolaureati sono stati stravolti da una situazione impensabile fino a poco tempo fa: la discussione della tesi a distanza. L’emergenza corona virus non ha permesso il normale svolgimento della sessione di laurea di marzo, ma le università, dopo un primo momento di caos, hanno trovato una soluzione per assicurare ai propri studenti di laurearsi entro i termini previsti.

Martedì 17 marzo, Sharon Palamidessi, studentessa di 25 anni di Ponte Buggianese, non ha preso il treno per Bologna per laurearsi in Cinema, televisione e produzione multimediale. Sharon si è preparata, ha preso il proprio computer portatile e dalla sala da pranzo di casa si è collegata alla piattaforma Microsoft Teams, attraverso il link che le ha inviato l’università tramite mail.

«All’ora concordata – ha raccontato Sharon – mi sono collegata con tutti i membri della commissione, connessi ognuno da casa propria, e con gli altri laureandi della sessione. È stato davvero strano, non sembrava di essere alla propria discussione di laurea. Ho ascoltato i miei colleghi, una ragazza ha avuto problemi di connessione e si sentiva a scatti, in questo caso è un problema da mettere in conto».

Poi è arrivato il turno di Sharon che ha esposto, davanti ai suoi genitori e al fidanzato, la propria tesi. “Emittenza televisiva locale e production studies. Il caso Tvl”. Il giorno seguente Sharon è stata ospite in diretta della trasmissione #6indiretta di Tvl, emittente televisiva toscana protagonista dove ha svolto l’attività di tirocinio, per raccontare la propria esperienza sulla laurea ai tempi del corona virus.

«Ringrazio Tvl – ha proseguito la neolaureata – per avermi chiesto di spiegare la mia esperienza, ma soprattutto per avermi permesso di imparare tanto sul campo durante i mesi di tirocinio. Vista la loro grande disponibilità ho scelto di basare la mia tesi proprio su questa bella azienda».

Dopo la discussione è arrivato il momento tanto atteso: i verdetti. Anche in una situazione così surreale c’è stato spazio per l’emozione e la grande soddisfazione per una laurea magistrale conseguita con il massimo dei voti: 110 e Lode.

«Dopo tanti sacrifici – ha confessato Sharon – ho raggiunto questo bellissimo traguardo. Il voto finale non era scontato, soprattutto la lode. La gioia non te la toglie nessuno, la vivi diversamente ma è sempre un momento bello»!
Niente corona di alloro, niente festa con amici e parenti, niente spumante e pasticcini. Tanta però è stata la gioia provata dopo giorni di incertezza e di tristezza, in cui fino all’ultimo non sapeva cosa avrebbe dovuto fare per laurearsi. «La festa è solo rimandata, alla fine ho capito che il risultato era la cosa più importante, tutto il resto era solo un contorno». Congratulazioni Sharon!

(intervista realizzata da Giada Bertolini)

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità