Menu
Cerca
Per le tasche dei cittadini

Il Comune di Pistoia abbatte le rette dei nidi del 31% per i residenti

Ancora un abbattimento delle tariffe da parte del Comune di Pistoia per quanto riguarda le rette degli asili nido: un meno 31 per cento per le famiglie che sono residenti sul territorio comunale.

Il Comune di Pistoia abbatte le rette dei nidi del 31% per i residenti
Scuola Pistoia, 04 Marzo 2021 ore 09:46

Deciso l’abbattimento delle rette del 31% per le famiglie residenti a Pistoia i cui figli frequentano i nidi comunali e quelli privati accreditati e autorizzati. La riduzione, definita dalla giunta comunale, viene applicata per il periodo che va da settembre a dicembre 2020, utilizzando i fondi che provengono dalla ridistribuzione delle risorse messe a disposizione dal D.Lgs. 65/2017, relativo al ‘sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni’.

Abbattimento delle rette per nidi comunali da parte del Comune di Pistoia

All’abbattimento del 15% già applicato alle rette di gennaio e febbraio 2020, si aggiunge dunque questa ulteriore detrazione del 31%, per un contributo complessivo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale di 174mila euro. Un aiuto concreto per le famiglie, in questo periodo di emergenza sanitaria da Covid-19, che si sono viste decurtare parte della spese per i servizi educativi fruiti nel corso dell’anno.

«L’abbattimento delle rette di nidi comunali e privati su cui andiamo nuovamente a intervenire – evidenzia Alessandra Frosini, assessore all’istruzione – si somma ad altri importanti interventi già attuati nei mesi scorsi grazie a una gestione oculata e ponderata, a sostegno delle famiglie e dei servizi per l’infanzia presenti sul territorio, dei 350mila euro messi a disposizione dal 65/2017. Nel corso del 2020, dunque, oltre ad abbattere le rette, l’Amministrazione comunale ha provveduto a erogare contributi ai nidi privati accreditati e autorizzati per le spese sostenute nel periodo di chiusura causa Covid-19, quindi da marzo a giugno. Sono state, inoltre, decurtate del 25% altre due rette: quelle per il prolungamento orario nei servizi 0-3, nei mesi di gennaio e febbraio, e quelle per la frequenza nei centri estivi nei servizi comunali e nelle scuole dell’infanzia paritarie private.»

I genitori che usufruiscono del servizio comunale troveranno la riduzione direttamente sul bollettino mensile. Per i mesi di settembre, ottobre e novembre è già stato applicato un taglio del 15%. La differenza spettante sarà applicata nella retta del mese di dicembre, che verrà quindi abbattuta del 79% (il 31% di questa mensilità in aggiunta al restante 48% dei mesi precedenti).
In virtù delle proroghe stabilite dalla giunta comunale per il protrarsi dell’emergenza sanitaria da Covid-19, la scadenza del bollettino di novembre è prevista ad agosto 2021, mentre quella di dicembre è a settembre 2021.

Differente la modalità per quanto riguarda le famiglie i cui figli frequentano gli asili nido privati accreditati e autorizzati, per i quali l’abbattimento sarà rimborsato dal Comune direttamente ai beneficiari tramite bonifico bancario, al termine dell’istruttoria per il controllo dei documenti inviati dai genitori all’ufficio Educazione e Istruzione.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli