IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

A Pescia per la scuola dell’obbligo arrivano nuovi organici e il trasporto per tutti fino dal primo giorno

A Pescia per la scuola dell’obbligo arrivano nuovi organici e il trasporto per tutti fino dal primo giorno
Valdinievole, 13 Settembre 2020 ore 08:55

Non si è mai fermato il lavoro di uffici comunali e direzioni scolastiche in vista della riapertura delle scuole di lunedì 14 settembre. L’ultima novità arriva dai trasporti scolastici e dagli organici : fino agli scorsi anni, il servizio di trasporto  era collegato a quello della mensa. Questo significava, in prativa, che per i primi tempi, le classi che modificavano gli orari di uscita in attesa della partenza della mensa erano scoperte.

Nuovo organico e trasporto per tutti fino dal primo giorno

Quest’anno, vista la situazione, è stato deciso che anche chi esce alle 11 e alle 13 , in attesa che parta la mensa,  avrà  la garanzia del servizio di trasporto. Un altro importante sforzo dell’amministrazione comunale per fronteggiare i problemi derivanti dalla emergenza sanitaria. Oltre a questo, proprio in queste ore, sono stati integrati gli organici sia per quanto riguarda il personale ata che per gli insegnanti.

Per fare il punto della situazione, a poche ore dalla partenza, il sindaco di Pescia Oreste Giurlani, l’assessore alla pubblica istruzione Fiorella Grossi e le due dirigenti scolastiche Gabriella Nanini dell’Istituto Comprensivo Rita Levi Montalcini e Antonella Gesuele dell’Istituto Comprensivo Libero Andreotti hanno tenuto una conferenza stampa, ricordando i vari aspetti legati anche all’accesso degli studenti e ai protocolli anti-covid.

A Pescia è stata fatta da sindaco e giunta la scelta di procedere con una particolare assistenza su di un settore che, almeno alla vigilia del rientro, sembra molto complicato : quello del trasporto scolastico. Per cercare di contenere i disagi e indirizzare i ragazzi e gli operatori verso comportamenti virtuosi e adeguati, durante le prime due settimane di scuola, il personale incaricato dal comune, provvederà  a misurare la febbre dei bambini con il termo scanner,  per poi indirizzarli  al posto a loro preventivamente assegnato,  secondo le norme del distanziamento.

Verrà inoltre, consegnato loro  un modulo , che i genitori dovranno obbligatoriamente restituire debitamente firmato entro il 26 settembre, contenente la dichiarazione che il bambino, prima di essere accompagnato allo scuolabus non ha avuto febbre ne’  sintomi riconducibili al Covid-19.

Trattasi di una fase introduttiva volta ad agevolare gli utenti e le famiglie nell’approccio alla corretta procedura da seguire fino al termine dell’emergenza.

Per quanto riguarda la mensa scolastica, il servizio partirà il 28 settembre, così come per quanto riguarda l’accoglienza pre-scuola e la relativa sorveglianza.

Per i pasti è stato stabilito un regime misto. Verranno usati i refettori, con più turni per assicurare il necessario distanziamento, in tutte le scuole d’infanzia e al plesso Simonetti. Una gestione mista, a rotazione, con utilizzo di refettorio e consumo dei pasti in classe, è stata decisa per la scuola del Castellare, mentre la primaria di Collodi svolgerà il servizio solamente nelle proprie classi.  A Valchiusa ci saranno tre turni per il refettorio, mentre agli Alberghi due turni di refettorio e 2 classi al giorno, a rotazione, consumeranno il pasto in classe. In questo modo ogni classe non andrà in refettorio 3 o 4 volte al mese.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità