Sanità
Il bel gesto

Una targa per l'ordine degli infermieri affissa nell'atrio dell'ospedale San Jacopo di Pistoia

Il riconoscimento al lavoro portato avanti durante la pandemia, e non solo, per tutti gli infermieri: nella fattispecie per quelli dell'ospedale San Jacopo di Pistoia.

Una targa per l'ordine degli infermieri affissa nell'atrio dell'ospedale San Jacopo di Pistoia
Sanità Pistoia, 10 Giugno 2022 ore 14:42

“Voi non vi siete arresi, avete lottato per il nostro bene sempre a testa alta”. Questa la frase incisa sulla targa commemorativa donata dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche (Opi) interprovinciale Firenze-Pistoia che, in una breve cerimonia, è stata apposta nell’atrio del presidio Ospedaliero di Pistoia alla presenza dei Coordinatori Infermieristici, del presidente di Opi Danilo Massai, del direttore della struttura infermieristica dell’area pistoiese dottor Paolo Cellini, della dirigente della gestione infermieristica della zona di Pistoia dottoressa Monica Chiti e del direttore sanitario del San Jacopo la dottoressa Lucilla Di Renzo.

Il messaggio per gli infermieri nell'atrio dell'ospedale di Pistoia

“La targa è stata simbolicamente apposta in questo presidio ma si rivolge a tutti gli infermieri e operatori socio sanitari, sia degli ospedali che delle strutture territoriali della provincia, e vuole ricordare il loro impegno durante la pandemia per l’intera comunità, ma essere anche di monito per le future generazioni di operatori”- ha dichiarato Massai.

Cellini e Chiti nel ringraziare il presidente per l’attenzione riservata al personale hanno evidenziato che nell’affrontare la pandemia uno dei punti di forza è stata la piena integrazioni fra settori: “si è realizzata una sinergia collaborativa, -hanno sottolineato- fra chi operava nei servizi e nei reparti e con i colleghi operanti nei contesti esterni alla struttura ospedaliera. Infermieri e Oss hanno dimostrato disponibilità e adattamento ai continui e rapidi cambiamenti clinici ed organizzativi, sempre nell’interesse dei pazienti e questa inedita esperienza ha sicuramente innalzato ulteriormente la loro professionalità e li ringraziamo ancora una volta per il grande spirito di servizio che è stato da tutti apprezzato e riconosciuto”.

La dottoressa Di Renzo, anche in questa occasione, ha ringraziato le professioni sanitarie ribadendo che durante l’emergenza sanitaria è stato evidente come ogni componente del sistema sia stata essenziale nel reagire e nel gestire l’epidemia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter