Sanità
la novità

Stati Generali della Salute, Fratoni (Pd): "Percorso di condivisione sul territorio"

Presentato in consiglio regionale a Firenze la risoluzione del gruppo Pd sugli Stati Generali della Salute: questo il commento della consigliera pistoiese Federica Fratoni.

Stati Generali della Salute, Fratoni (Pd): "Percorso di condivisione sul territorio"
Sanità Pistoia, 17 Febbraio 2022 ore 11:36

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso dalla consigliera regionale del Partito Democratico, Federica Fratoni, in merito all'avanzamento della risoluzione sugli Stati Generali della Salute che è importante anche per la provincia di Pistoia.

Stati Generali della Salute in Toscana, ecco cosa è stato fatto

E’ stato presentato oggi, in conferenza stampa, dai componenti del Gruppo PD della Commissione regionale sanità,  un documento di sintesi, frutto di un importante percorso partecipativo sugli Stati Generali della salute, che presenta  alcune proposte per la sanità regionale del futuro a sei anni di distanza dall’ultima riforma regionale. Le  proposte presentate confluiranno in una articolata risoluzione, aperta ai contributi delle altre forze politiche, come  contributo per la discussione generale dei prossimi mesi.

Molte le sfide che il gruppo Pd ha messo in campo, sinteticamente riportate. La promozione del principio “Health in  all polizie” e la costruzione di una rete fondata sulle Case di Comunità, Ospedali di comunità e Centrale Operativa  per rafforzare la sanità territoriale. La riconferma delle 3 grandi aziende con l’affiancamento di un organismo per la  programmazione formato dai direttori delle zone distretto e del presidio ospedaliero di riferimento e la ridefinizione  della organizzazione delle rete ospedaliera. La sanità digitale per un sistema moderno ed efficace della gestione tecnologica delle informazioni e la ricerca e l’innovazione in sinergia con le Università toscane. Una maggiore  integrazione dei servizi socio sanitari ed assistenziali per la presa in carico della persona. L’uniformità del servizio  emergenza urgenza per una risposta sempre più appropriata e tempestiva, tutelando il servizio regionale Pegaso. Ed  infine, la centralità delle risorse umane, l’abbattimento delle liste di attesa, il rafforzamento del ruolo del terzo  settore ed il potenziamento delle capacità di resilienza nella emergenza della pandemia.

Federica Fratoni - membro della commissione sanità - ha sottolineato nel suo intervento il valore di questa  risoluzione, figlia di un lungo percorso ricco di contributi arrivati in oltre 80 audizioni e incontri territoriali, quanto  mai necessario in questo momento storico nel quale siamo chiamati a disegnare la sanità del futuro.

«Questa risoluzione – ha aggiunto la consigliera regionale – costituisce l’avvio di una importante fase di  valutazione che potrà approdare in una serie di atti normativi e deliberativi funzionali al miglioramento  del sistema. L’integrazione socio-sanitaria è, tra gli altri punti, un elemento strategico sul quale dobbiamo fare un salto di qualità nella direzione della presa in carico della persona a tutto tondo. È una sfida che  non riguarda solo la Regione ma coinvolge a pieno titolo i comuni, il volontariato e tutto il terzo settore.  In questo la nuova legge regionale sulla co-pianificazione può costituire un ulteriore valido strumento per offrire risposte efficaci a istanze conclamate o emergenti».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter