Sanità
NOVITA'

Scende la mortalità per ictus nei ricoveri del San Jacopo: cresce anche fino al 70% l’autonomia nei pazienti dimessi

E i tempi di intervento al San Jacopo sono davvero ridotti grazie ad una sinergia fattiva tra più strutture: mentre il paziente con sospetto ictus viene portato in pronto soccorso la centrale operativa del 118 allerta il medico neurologo in guardia attiva h24

Scende la mortalità per ictus nei ricoveri del San Jacopo: cresce anche fino al 70% l’autonomia nei pazienti dimessi
Sanità Pistoia, 09 Marzo 2022 ore 15:42

Scende ancora la mortalità per ictus cerebrale nell’ospedale San Jacopo di Pistoia a confermare che nella struttura operativa complessa diretta dal dottor Gino Volpi, la cui qualità di lavoro è stata riconosciuta a livello internazionale nel 2021 nell’ambito del programma dell’European Stroke Organization-Angels Awards, le cure sono davvero efficaci e tempestive.

Nel 2021 su un totale di 312 ricoverati per ictus ischemici ed emorragici la percentuale dei deceduti è stata del 6% , 4% per gli ischemici su 205 ricoverari.

Il commento del dottor Volpi

“Non sono ancora disponibili i dati di confronto regionali e nazionali del 2021, che però per gli ictus ischemici (oltre l’80% del totale degli ictus) oscillavano ogni anno intorno al 10%. Pertanto la nostra struttura – sottolinea Volpi- si colloca ad un ottimo livello nel trattamento di questa importante patologia che lo ricordo è tempo-dipendente, significa cioè che con il passare del tempo peggiora progressivamente la sintomatologia, ma aumenta anche il rischio di mortalità”.

E i tempi di intervento al San Jacopo sono davvero ridotti grazie ad una sinergia fattiva tra più strutture: mentre il paziente con sospetto ictus viene portato in pronto soccorso la centrale operativa del 118 allerta il medico neurologo in guardia attiva h24 e il radiologo e all’arrivo il paziente viene portato direttamente in sala TC e subito trattato con la fibrinolisi nel caso di ictus ischemico.

Prontezza e tempestività sono fondamentali per affrontare questa patologia.

E’ grazie a questa organizzazione se è stato conseguito anche il dato positivo sulla percentuale di autonomia dei pazienti: nel 2020 era del 58% al momento della dimissione e a tre mesi arrivava al 69%; nel primo semestre del 2021 la percentuale di autonomia alla dimissione si attesta al 74% e quella a distanza di tre mesi all’85%.

Al San Jacopo è stato, inoltre, introdotto l’innovativo sistema di monitor al letto dei pazienti e telemetrie il controllo continuo dei parametri vitali, tale sistema è gestito dagli infermieri coordinato dalla dottoressa Nadia Cunti.

Lo Stoke Team a Pistoia è composto oltre che dai neurologi, dai radiologi, dai tecnici di radiologia, dai medici e dagli infermieri della centrale operativa del 118, dai medici e dagli infermieri del pronto soccorso, dai fisioterapisti, logopedisti e fisiatri.

La struttura afferisce all’Area malattie cerebro-vascolari e degenerative diretta dal dottor Pasquale Palumbo a sua volta collocata nel Dipartimento delle specialistiche mediche diretto dal dottor Giancarlo Landini.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter