Sanità
la richiesta

Sanità, Diego Petrucci (Fdi) chiede di istituire una casa della salute ad Abetone Cutigliano

Il consigliere regionale di Fdi, Diego Petrucci (e anche candidato al rinnovo del consiglio comunale ad Abetone Cutigliano) chiede la necessità di avere una Casa della Salute per la zona dell'Alto Appennino.

Sanità, Diego Petrucci (Fdi) chiede di istituire una casa della salute ad Abetone Cutigliano
Sanità Montagna, 29 Settembre 2021 ore 09:35

“Propongo di istituire una Casa della Salute nell’Alto Appennino, nel territorio di Abetone-Cutigliano”. Lo annuncia il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Diego Petrucci, componente della Commissione Sanità.

La proposta della Casa della Salute di Diego Petrucci (Fdi)

“Nei territori sprovvisti di presidi ospedalieri, le Case della salute, negli anni, hanno dato risposte importanti a livello di sanità territoriale, in termini di servizi aggiuntivi offerti al territorio, servizi (visite, esami, prenotazioni) che vengono raccolti in un unico luogo così da agevolare gli utenti/pazienti. Purtroppo, le Case della salute sono nate, non in base alle necessità dei territori, ma sulla base di accordi e amicizie politiche, per cui assistiamo a vaste aree in cui per chilometri non si trova alcuna struttura e altre zone dove tra una Casa della salute e l’altra ci sono meno di dieci chilometri” fanno notare Petrucci e Carolina Marrani, candidata al consiglio comunale di Abetone-Cutigliano.

“Se si vuole portare avanti questo progetto, non in maniera clientelare ma per garantire servizi a tutti, è evidente che nell’alta montagna, nel comune di Abetone-Cutigliano, deve sorgere una Casa della Salute. Il Comune è in grado di trovare spazi adeguati ma la Regione deve dare disponibilità e risposte. In questi giorni assistiamo ad una quotidiana sfilata di rappresentanti regionali, non nel compimento del loro ruolo istituzionale ma per fare campagna elettorale. Vogliamo, allora, sapere dall’assessore Bezzini cosa ne pensa della proposta di istituire una Casa della Salute nell’Alto Appennino, specificamente nel territorio di Abetone quello più lontano da presidi ospedalieri” chiede Petrucci.