Sanità
Presa di posizione

Niccolai (PD) sul punto nascita dell'ospedale di Pescia: "Nessun rischio di chiusura"

Il consigliere regionale del Pd, Marco Niccolai, rassicura la cittadinanza sul futuro del punto nascita del "Cosma e Damiano" e non risparmia, però, frecciate all'amministrazione comunale di Pescia per quanto riguarda il parcheggio della struttura.

Niccolai (PD) sul punto nascita dell'ospedale di Pescia: "Nessun rischio di chiusura"
Sanità Valdinievole, 19 Gennaio 2022 ore 14:40

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del consigliere regionale del Partito Democratico Marco Niccolai, referente principale della Valdinievole, in merito alle ultime notizie trapelate sui rischi che potrebbe correre l'ospedale Cosma e Damiano di Pescia in merito al punto nascita visto il calo di nuovi arrivi nel corso del 2021.

Niccolai (PD) sull'ospedale di Pescia: "Allarmismi infondati"

«Il punto nascita di Pescia non ha alcun rischio di chiusura ed il reparto di ostetricia e ginecologia continua a mantenere la sua consueta strutturazione, stanno andando avanti i concorsi per i primariati sia di Chirurgia sia di Anestesia e Rianimazione dopo il pensionamento dei precedenti titolari, la direzione sanitaria (come già da anni) continua a lavorare in sinergia con Pistoia sotto il coordinamento della dottoressa Lucilla Di Renzo: il comunicato dell’ASL chiarisce che gli allarmismi che sono stati lanciati in queste settimane rispetto all’ospedale di Pescia non hanno alcun fondamento rispetto alle scelte dell’azienda sanitaria stessa e dunque sono infondati e ingiustificati, come aveva del resto già recentemente dimostrato la nomina del primario di radiologia che a Pescia mancava da più di 10 anni».

Lo dice Marco Niccolai, consigliere regionale Pd e presidente della commissione Aree interne, smentendo rischi di chiusura del punto nascita di Pescia.

«Il presidio ospedaliero della Valdinievole – prosegue Niccolai – deve essere effettivamente difeso: da coloro che pensano di scaricarci sopra le proprie difficoltà ed i propri fallimenti politici e amministrativi e cercano di alimentare allarmismi al solo scopo di deviare l’attenzione dalle proprie responsabilità.
La vicenda dei parcheggi ospedalieri che, “grazie” agli atti assunti dal Comune di Pescia negli anni, è quello con le tariffe più alte della Toscana ormai da 10 anni ne è l’emblema, ma l’elenco potrebbe continuare. Questo comportamento, che è sempre discutibile, in tempi di pandemia in cui l’ospedale della Valdinievole continua ad essere parte della risposta alle esigenze di salute dei cittadini non solo della Valdinievole e della provincia di Pistoia ma di tutta la regione, è veramente inaccettabile.
Auguro – conclude il consigliere regionale – buon lavoro alla dottoressa Giuditta Niccolai che, all’interno della nostra direzione sanitaria, seguirà ancora più da vicino con la dottoressa Di Renzo il nostro presidio e quindi grazie a loro e a tutti gli operatori del nostro ospedale che stanno fronteggiando la quarta ondata della pandemia».

Seguici sui nostri canali