Sanità
NOVITA'

“Misura la tua pressione per vivere più a lungo”: lo puoi fare gratuitamente domenica mattina all’ospedale San Jacopo con il personale della Medicina I

L’iniziativa, giunta ormai alla XVIII° edizione, promossa dalla Società Italiana dell’ipertensione Arteriosa (SIIA)

“Misura la tua pressione per vivere più a lungo”: lo puoi fare gratuitamente domenica mattina all’ospedale San Jacopo  con il personale della Medicina I
Sanità Pistoia, 20 Maggio 2022 ore 10:34

In occasione della Giornata Mondiale contro l’Ipertensione” (che si è svolta lo scorso 17 maggio) domenica prossima 22 maggio dalle ore 8,30 alle 13.30 all’ospedale San Jacopo di Pistoia, Poliambulatorio A, presso il Day Service, (stanza 22), al piano terra, il personale della Medicina Interna I, diretta dal dottor Franco Cipollini, sarà disponibile per misurare gratuitamente la pressione arteriosa.

L'iniziativa

L’iniziativa, giunta ormai alla XVIII° edizione, promossa dalla Società Italiana dell’ipertensione Arteriosa (SIIA) con lo slogan “Misura la tua pressione per vivere più a lungo”, è finalizzata a favorire nella popolazione una maggiore consapevolezza del rischio associato alla malattia ipertensiva, una più diffusa consuetudine al periodico controllo dei valori pressori ed una maggiore aderenza dei pazienti alla terapia antipertensiva.

Ai cittadini che si presenteranno domenica mattina, saranno fornite anche spiegazioni e materiale educazionale per la prevenzione del rischio cardio e cerebrovascolare.

Presso il San Jacopo è attivo da tempo un Ambulatorio dedicato, accreditato a livello nazionale dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa come Centro per lo studio e la cura di pazienti ipertesi. “Vi accedono pazienti inizialmente gestiti dal Medico di Medicina Generale, che hanno difficoltà a trovare un adeguato controllo dell’ipertensione o hanno, per varie comorbilità, rischio di complicanze importanti. In un unico servizio, il centro svolge una valutazione clinica accurata comprensiva di studio del danno d’organo cardiaco, vascolare e renale. L’Ambulatorio è in grado di valutare pazienti ipertesi che hanno bisogno di essere seguiti più approfonditamente anche per escludere forme di ipertensione secondaria, causate per esempio, da malattie renali o endocrine. Per gli accertamenti più complessi l’ambulatorio opera in stretta sinergia con il Day Service multidisciplinare dell’ospedale e gestisce pazienti provenienti anche dal Pronto Soccorso” spiega il dottor Cipollini.

Secondo i dati diffusi dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa, in Italia l’ipertensione arteriosa rappresenta la più rilevante causa di infarto miocardico e/o cerebrale, scompenso cardiaco, insufficienza renale cronica, fibrillazione atriale.

Più del 30% della popolazione italiana adulta è affetta da ipertensione arteriosa, con percentuali ampiamente superiori nelle fasce più avanzate di età e quasi il 10% tra i bambini, adolescenti e giovani.

Infine l’aderenza alla terapia rappresenta un problema nel problema: di 100 compresse di farmaco antiipertensivo, i pazienti italiani ne assumono mediamente 60-70 con importanti ripercussioni sul controllo della malattia. Domenica mattina sarà l’occasione per fare sensibilizzazione e informazione anche su questo aspetto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter