Sanità
NOVITA'

Il Day Service di Fisiatria all’ospedale di Pescia: percorsi riabilitativi dedicati ai pazienti post-Covid e con cronicità complesse

Il Day Service si trova all’interno dell’ex Filanda dell’Ospedale S.S. Cosma e Damiano dove questa esperienza è iniziata e rivolta a persone con necessità riabilitative da malattie respiratorie croniche.

Il Day Service di Fisiatria all’ospedale di Pescia: percorsi riabilitativi dedicati ai pazienti post-Covid e con cronicità complesse
Sanità Valdinievole, 28 Dicembre 2021 ore 16:32

Un percorso riabilitativo dedicato ai pazienti malati di Covid-19, sia dimessi dai reparti ospedalieri e sia seguiti a domicilio in fase acuta di malattia, è stato realizzato all’interno del Day Service Fisiatrico dell’ospedale di Pescia, diretto dalla dottoressa Martina Boni.

La dottoressa Boni

“Da aprile 2020 – spiega la dottoressa Boni- sono stati più di 200 i pazienti post Covid che hanno completato la valutazione; per un quarto di questi è stato aperto un percorso specifico di riabilitazione respiratoria presso la palestra che afferisce al nostro Day Service. Per pazienti con altre necessità riabilitative sono stati avviati percorsi presso le palestre territoriali dove comunque noi fisiatri siamo presenti per continuare la presa in carico degli assistiti”.

L’organizzazione del Day Service Fisiatrico è peculiarità della struttura di Medicina Fisica e Riabilitativa Pistoia-Pescia, di cui la dottoressa Boni è direttore.

La struttura afferisce la Dipartimento di Medicina Fisica e Riabilitazione, diretto dalla dottoressa Bruna Lombardi.

Il Day Service si trova all’interno dell’ex Filanda dell’Ospedale S.S. Cosma e Damiano dove questa esperienza è iniziata e rivolta a persone con necessità riabilitative da malattie respiratorie croniche. Negli anni l’attività è andata consolidandosi e ampliandosi grazie anche al costante impegno formativo di tutta l’equipe multiprofessionale che vi partecipa e all’organizzazione in rete con la Pneumologia e la Cardiologia riabilitativa che ha permesso di poter affermare la multidisciplinarietà del servizio nel quale i bisogni di cura del paziente sono sempre al centro del percorso.

“Proprio l’esperienza maturata in questo ambito – prosegue Boni - ha permesso all’inizio della pandemia da Covid, la strutturazione del percorso riabilitativo per i pazienti affetti da coronavirus. Trattiamo prevalentemente pazienti anziani che a causa di un lungo periodo di allettamento hanno bisogno di tornare a muoversi adeguatamente e, quindi, di tornare ad una autonomia funzionale ma anche respiratoria con esercizi che migliorano i sintomi delle malattie respiratorie".

Coordinatore dei fisioterapisti nel Day Service è la dottoressa Sara Lange, mentre il coordinatore infermieristico e la dottoressa Renza Nelli.

“Questo servizio – sottolinea la dottoressa Lucilla Di Renzo, direttore sanitario del presidio- rappresenta un’eccellenza aziendale ed inoltre, proprio in questi giorni, prende avvio un altro nuovo progetto che prevede la valutazione di secondo livello e riguarda la cronicità complessa: si tratta della prevenzione delle cadute nel paziente con deficit posturale. Il problema delle cadute è rilevante nella popolazione con problemi motori e ancor più con l’avanzare dell’età, per la presenza di più patologie e la perdita di massa muscolare. L’evento caduta aumenta il rischio fratture da osteoporosi, è causa di perdita di autonomia, e innesco del ciclo della fragilità. Un servizio, dunque, fondamentale, sarà offerto ai pazienti”.

Per tale valutazione è stata recentemente acquisita anche la pedana stabilometrica presso gli ambulatori pesciatini.

“Per sviluppare le attività del Day Service Fisiatrico dell’ospedale di Pescia– aggiunge la dottoressa Lombardi- il dipartimento ha messo a disposizione, le competenze specifiche della dottoressa Cristina Moncini, direttore della struttura di Medicina Fisica e Riabilitativa Empoli che comparteciperà per la valutazione multidimensionale. In rete anche ortopedici , cardiologi oltre che infermieri, dietisti, fisioterapisti, ortottisti, podologi, logopedisti”.