assicurazione

RC Auto e le altre polizze per la vettura

A febbraio è stata introdotta quella «familiare», opportunità che non è ancora decollata

RC Auto e le altre polizze per la vettura
29 Ottobre 2020 ore 22:52

Parliamo di RC Auto. Per circolare in strada ciascun veicolo deve avere la sua assicurazione. Non si scappa, è così a norma di legge: chi vuole fare il furbo può incappare in sanzioni pesanti. La stragrande maggioranza della popolazione italiana di conseguenza ha un’assicurazione auto. La copertura assicurativa RCA è obbligatoria e di conseguenza una perenne voce di spesa nel bilancio degli automobilisti. Il celebre acronimo si svolge in Responsabilità Civile Autoveicoli: si riferisce alla responsabilità giuridica per i rischi, avverso i quali è obbligatorio garantirsi presso una compagnia di assicurazioni autorizzata, derivanti dagli eventuali danni cagionati a persone o cose, a causa della circolazione di autoveicoli su strada (ma anche in sosta su aree pubbliche o equiparate).

RC Auto e le altre polizze

In sostanza l’assicurato si tutela economicamente da possibili rischi che si possono verificare mentre si è alla guida, quindi riconducibili alla propria responsabilità, e che arrecano danni materiali e/o lesioni a terzi. Serve specificare che la copertura riguarda anche gli eventuali danni inerenti ai passeggeri, ma non quelli riportati dal conducente. Inoltre l’assicurato è sempre coperto per una somma limite, definita massimale, che sarà stabilita al momento della sottoscrizione del contratto RC Auto. Lo scorso febbraio è poi entrata in vigore la nuova RC Auto familiare, con cui il Governo ha fondamentalmente esteso i limiti della cosiddetta Legge Bersani.

La situazione attuale

La situazione attuale è questa: la normativa consente, quando si rinnova una polizza o se ne stipula per la prima volta una relativa ad un veicolo (che sia nuovo o usato), di acquisire la classe di merito di un altro veicolo dello stesso proprietario o di un suo familiare stabilmente convivente.
Inoltre è concesso trasferire la classe di merito persino fra veicoli di tipologie differenti (auto e moto per intenderci). In ogni caso pare nei suoi primi sei mesi l’RCA familiare non sia decollata: soltanto due italiani su dieci hanno usufruito della possibilità.

Non solo RC Auto

Infine va ricordato anche che non esiste soltanto la RC Auto: le coperture facoltative infatti sono parecchie, a partire dalla gettonatissima furto&incendio. Copre il furto, completo o parziale, ed eventuali danni derivati da un incendio, mentre sono esclusi gli oggetti contenuti all’interno dell’autovettura. Poi troviamo gli atti vandalici e la polizza Kasko. Quest’ultima copre anche i danni provocati dal proprietario stesso anche nel verificarsi di un incidente di cui si ha la colpa. La polizza relativa agli eventi atmosferici riguarda terremoti, alluvioni e i danni da questi causati. L’assicurazione sui cristalli va a proteggere parabrezza, lunotto e finestrini della vettura ed interviene in caso di rottura (gli specchietti sono esclusi).

Assistenza e tutela

Fra le coperture più utili c’è l’Assistenza Stradale: specialmente nelle ore notturne può rivelarsi davvero indispensabile, almeno per due ragioni. Si avrà la certezza di qualcuno pronto ad aiutarci in qualsiasi momento, si eviteranno spese elevate per eventuali passaggi in carro attrezzi. Particolarmente importante è la polizza Tutela Legale, per cui esistono dei massimali di copertura: significa che la compagnia assicurativa coprirà le spese legate ai procedimenti giudiziari inerenti ad un incidente stradale.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità