Sponsorizzato

ClioK: il Made In Italy desiderato dall’America

Bergamasca di origine, Clio Barcella si forma presso il prestigioso Istituto Marangoni di Milano dove consegue il diploma in fashion design.

ClioK: il Made In Italy desiderato dall’America
30 Luglio 2020 ore 10:03

Dopo gli anni di Accademia, viaggia a New York City dove ottiene un Master in Fashion Marketing alla celebre Parsons The School of Design. 

Nel 2016 decide di tuffarsi in un progetto tanto ambizioso quanto coraggioso, e nel 2016 fonda il proprio marchio di abbigliamento clioK, improntato su qualità ed esclusività di capi unicamente Made in Italy. Inizia così il percorso autonomo di Clio Barcella, che in pochi anni riesce ad allacciare rapporti lavorativi con boutiques di tutta la bergamasca e parte della provincia di Brescia. 

Il brand clioK, contraddistinto da un’identità forte e ben definita, decide volontariamente di non seguire trend di massa o di mainstreaming. Ogni articolo rispecchia la visione di eleganza della designer che predilige l’individualità della persona e la scelta consapevole di un proprio stile personale (in continua evoluzione e cambiamento, ma comunque autentico) piuttosto che il senso di appartenenza a qualsiasi tendenza del momento.

“In un sistema in cui il fast-fashion e i trend dell’industria della moda convergono verso un’uguaglianza di stile, la mia missione è far riaffiorare l’autenticità e l’unicità che caratterizzano il singolo, attraverso qualità e ricerca” – afferma Clio Key. 

Lei stessa definisce il proprio stile come “outcast”, ovvero lo stile degli emarginati, di coloro che hanno voglia di sperimentare e che valorizzano la moda come un mezzo di espressione di se stessi e della propria personalità. 

CLIO KEY esplora la moda come un modo di vivere e di essere, con il quale trasmette il proprio senso di eleganza e sofisticatezza. Uno stile caratterizzato da uno studio approfondito della combinazione tra la femminilità e la mascolinità, con uno sguardo sempre rivolto ad una malinconia bambinesca. Ogni capo è disegnato e realizzato interamente in Italia con raffinati tessuti italiani e con processi di produzione di alta qualità. Clio Key veste il corpo della donna in maniera delicata e sostenuta, facendo riaffiorare una sensualità dettata dal tessuto che accarezza le forme femminili; un fascino che aspetta di essere scoperto e che si scosta fortemente dall’idea generale di oggettivizzazione del corpo femminile. La designer trova ispirazione nelle icone immortali di stile, coloro che hanno dettato le regole della moda durante i decenni; la preferita da Clio Key è Marta Marzotto, alla quale la designer ha dedicato due capi speciali: i caftani “Marta”. 

A inizio 2020 si reca a New York per attendere la fashion week ed è in questa occasione che conosce un’ investitrice americana che la vuole come Designer per un nuovo brand di abbigliamento donna con sede nella Grande Mela ma concentrato su produzione e tessuti riciclabili Made in Italy. 

L’offerta arriva in un momento di crisi mondiale (covid19) e di inevitabile cambiamento, che sprona la giovane designer a guidare la causa in cui ha sempre creduto, quella di un lusso sostenibile e duraturo. “Il sistema moda è arrivato prevedibilmente ad un punto di non ritorno; vorrei promuovere la sensibilizzazione verso una visione più cosciente, personale e responsabile della vita e del lavoro; io, nel mio piccolo continuerò in questa direzione.” 

Per avere ulteriori informazioni consultare il sito www.cliokey.com, la pagina Facebook “KEY” e il profilo Instagram “i_am_key.90“. 

 

i.p.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità