Politica
elezioni amministrative 2021

Ufficiale: il candidato sindaco del centrodestra di Abetone Cutigliano è Marcello Danti

Dopo il nome di Davide Costa per "Il paese che vogliamo", è Marcello Danti lo sfidante di centrodestra come candidato a sindaco per Abetone Cutigliano.

Ufficiale: il candidato sindaco del centrodestra di Abetone Cutigliano è Marcello Danti
Politica Montagna, 02 Settembre 2021 ore 16:38

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso dal nuovo candidato sindaco del centrodestra per Abetone Cutigliano, Marcello Danti, che ha sciolto il nodo della candidatura a due giorni dalla presentazione ufficiale delle liste: per lui esperienza di due anni nella giunta Petrucci come assessore e poi Presidente del consiglio comunale.

Abetone Cutigliano, il candidato del centrodestra è Marcello Danti

Si avvicina la data delle elezioni e la mia candidatura a Sindaco, a lungo meditata, è ora una decisione presa con  consapevole e ragionato entusiasmo. Penso di poter dire che abbiamo cambiato radicalmente e in meglio il volto del nostro territorio, realizzando cose dalle quali non si tornerà più indietro e mettendo in sicurezza situazioni che  potevano essere esplosive (le finanze pubbliche e gli impianti di risalita in particolare modo).

E lo abbiamo fatto nonostante la complicata situazione raccolta, dovuta al piano di riequilibrio, che poneva molti  limiti operativi all'amministrazione, ed alla riorganizzazione interna necessaria dopo la fusione dei due comuni. In questi anni abbiamo realizzato moltissime cose. Molte però sono ancora da fare, perché i nostri progetti sono di più  ampio respiro rispetto a un solo mandato. Eppure in questi anni abbiamo affrontato uno dei periodi più difficili della storia recente, con una pandemia che ha devastato il mondo e che ha avuto ricadute molto gravi sul nostro territorio,  due stagioni invernali completamente azzerate con precipitazioni nevose (crudele beffa) che non si vedevano da anni e eventi atmosferici estremi che hanno creato disagi e danni notevoli al nostro fragile territorio. Credo di poter  affermare che abbiamo affrontato la pandemia e le emergenze relative agli eventi atmosferici con efficacia, fornendo  supporto materiale e psicologico alla popolazione che penso non si sia sentita mai abbandonata anche nei momenti più difficili.

L'uscita anticipata dal piano di riequilibrio deliberata nel 2019 è stata "certificata" dalla corte dei conti soltanto da  pochi mesi liberandoci finalmente dai vincoli che hanno limitato la nostra azione. Le assunzioni in corso di  perfezionamento tramite bando permetteranno presto di avere un ufficio tecnico finalmente efficiente e adeguato a  un territorio vasto e complicato come il nostro. Le risorse non più vincolate consentiranno i necessari ulteriori investimenti e una spesa orientata a sostenere e rilanciare il territorio dopo un periodo così difficile.

Lasceremo quindi un Ente con una situazione economica e finanziaria sana e una struttura efficiente. L'avanzo  prodotto negli ultimi due anni dimostra che il Comune è in grado di affrontare il futuro senza il bonus fusione e  questo era un nostro obiettivo primario perché abbiamo sempre saputo che le risorse aggiuntive non sarebbero state per sempre. Si poteva fare di più? Non penso.

Qualcosa in modo diverso? Con il senno di poi forse si ma davvero credo che abbiamo fatto molto e lo abbiamo fatto  nel migliore dei modi possibili. Ho iniziato questa esperienza come assessore al Bilancio e Società Partecipate, ai  Lavori Pubblici e al Personale, poi come Presidente del Consiglio Comunale lavorando sempre, insieme ai colleghi,  con dedizione, impegno e onestà. Mi sento quindi di affermare che posso uscire da questa esperienza a testa alta e che abbiamo comunque scritto un'altra storia. Ora si profila una nuova opportunità che posso affrontare con sicurezza grazie all'esperienza maturata nei precedenti ruoli e al supporto dei consiglieri che si candideranno  nuovamente, portando avanti l'impostazione amministrativa avviata e condividendo con loro la visione del futuro  che ci accomuna, senza alcuna influenza di appartenenze politiche che non hanno mai condizionato l'azione  amministrativa e i rapporti interni del nostro Gruppo, sempre coeso e pronto a affrontare insieme le criticità,  ciascuno secondo le proprie competenze.

La mia candidatura a Sindaco è frutto di una riflessione maturata con tutti i colleghi dai quali ho avuto subito una  incondizionata fiducia. La nostra sarà ancora una Lista Civica dove non avranno spazio condizionamenti dei partiti  ma proprio per questo saremo capaci di dialogare con tutte le Istituzioni, indipendentemente da chi le guida. Il  dialogo sarà concentrato soprattutto sul territorio, con una collaborazione attiva con le Associazioni e con incontri periodici con la popolazione, ascoltandone le necessità e le proposte. Spero che gli elettori valutino le persone, le  nostre competenze, quello che abbiamo fatto e quello che vogliamo fare. Sarò il Sindaco di tutti e dedicherò alcuni  giorni ogni settimana per incontrare su appuntamento in Comune o sul territorio chiunque voglia esporre proposte o problematiche non risolte. Credo che gli elettori sapranno valutare a chi affidare la complessa amministrazione di un Comune che, seppure con pochi abitanti ha un territorio molto esteso e specificità che solo chi ha le origini qui e una  consolidata esperienza può capire.