montecatini terme

Turismo, è tutti contro tutti: poche le presenze e numeri che faticano a decollare

«Manca un progetto serio», incalzano Bracali e Guelfi. L’assessore al lavoro per il futuro

Turismo, è  tutti contro tutti: poche le presenze e numeri che faticano a decollare
Politica Valdinievole, 27 Giugno 2021 ore 12:01

Da una parte c’è il nuovo assessore al turismo Francesca Greco, che sta studiando il da farsi, e provando a trovare gli eventi per rilanciare l’attrattività della città. Dall’altra le opposizioni, rappresentate oltre tutto da due albergatori. Il tema del contendere? Manco a dirlo il turismo, «defunto per legge» dal marzo 2020 e ancora lontanissimo dal definirsi anche solo in ripresa in una città da oltre 100 hotel.
Il futuro è quello che conta, più che il passato: e proprio sul progetto messo in atto dalla giunta Baroncini per l’autunno-inverno 2021 i consiglieri comunali di minoranza, Helga Bracali, titolare dell’hotel Alassio, e Nicola Guelfi, titolare del Nizza & Suisse, membro da poco passato in minoranza con I Bagnaioli, hanno mosso le loro accuse.
«Se l’assessore da sola non ce la fa - ha detto Bracali, ex assessore nella seconda giunta Bellandi alle attività produttive - deve farsi aiutare e riconoscere i propri limiti. Non ci sembra abbia le competenze adatte. A Montecatini o gli alberghi sono chiusi o ormai si lavora con il 10-15% delle camere. Troppo poco. Nel frattempo eventi importanti e portati avanti negli ultimi anni come Slow Wine, Food and Book e Festival della Salute li abbiamo tutti persi e fatti fuggire altrove, tra Milano, Siena e Viareggio. E così diventiamo una città fantasma. E Pisa ci ha superato come presenze. Prima eravamo secondi solo a Firenze».
Il motivo della nuova disputa va ricercato anche nell’evento della scorsa settimana, Modena Cento Ore, passato per le vie del centro senza creare però pernottamenti e ricadute sul turismo. «Una manifestazione di cui personalmente ho saputo solo all’ultimo. In più durante l’ultima seduta della commissione consiliare – ha aggiunto Guelfi, esponente di Asshotel-Confesercenti – ho chiesto all’assessore come sarebbero stati spesi i 300mila euro ora disposizione per i prossimi mesi nel settore rappresentato dal turismo. Greco mi ha elencato tutta una serie di cose di poco conto. Con la beffa: un’attività come il Cinema sotto le stelle, da lei riportata, credo non sia esattamente turistica...Ora nel weekend tornerà lo Street Food, lo stesso che anni fa veniva criticato come evento di poca qualità».
L’opposizione, a tutela e per nome degli albergatori, adesso preme alla porta. «Io sognerei un evento come quello dell’altro giorno dedicato solo a Montecatini e alla Valdinievole - ha messo il carico Guelfi - Basta organizzare e fare qualcosa. Ma vi prego, fateci pentire, come Bagnaioli, di aver lasciato la maggioranza. Dimostrateci che avevamo torto a dire che in giunta non avevano un progetto».