Politica
la discussione

Sede pistoiese del Consorzio di Bonifica in chiusura, le richieste di Cerdini e Mazzeo (Lega)

Il gruppo Lega in consiglio comunale a Pistoia ha votato "no" ad una mozione passata del Pd sulla sede da trovare per il Consorzio di Bonifica in città.

Sede pistoiese del Consorzio di Bonifica in chiusura, le richieste di Cerdini e Mazzeo (Lega)
Politica Pistoia, 22 Settembre 2021 ore 09:33

Il comunicato stampa diffuso dai due consiglieri Lega a Pistoia, vale a dire il capogruppo Francesco Mazzeo e Cinzia Cerdini, in merito al loro voto contrario espresso durante l'ultimo consiglio comunale ad una mozione presentata dal gruppo Pd per quanto concerne il futuro della sede operativa del Consorzio di Bonifica.

Cerdini e Mazzeo (Lega) sulla sede pistoiese del Consorzio Bonifica

Durante il Consiglio Comunale di lunedì scorso, soltanto il Gruppo Lega nelle persone del Capogruppo Francesco Mazzeo e del Consigliere Cinzia Cerdini, ha votato contro alla mozione del Gruppo Pd che chiedeva all’Amministrazione di impegnarsi a trovare un immobile idoneo a trasferirci la sede operativa del Consorzio di bonifica. Cinzia Cerdini non ha esitato ad anticipare il voto del Gruppo precisando di averne già parlato con Francesco Mazzeo.

Durante la discussione non ha esitato a dire che il Consorzio di bonifica ha un bel patrimonio immobiliare in quanto proprietario di ben 5 immobili ma che, nonostante ciò, si sarebbe trasferito a Firenze in un immobile per il quale verranno pagati 400.000,00 euro all’anno di affitto e che, secondo lei, era uno spreco enorme.

La speranza è, ovviamente, che questi soldi non vengano tolti ai lavori da fare sul territorio. La speranza è anche che riescano a locare o vendere le sedi inutilizzate. La speranza è, soprattutto, che non si veda aumentare la contribuzione ai cittadini.”

Queste le parole della consigliera che ha invece gioito per il fatto che non ci saranno licenziamenti bensì assunzioni. Ulteriore perplessità sull'unica offerta pervenuta per la sede pistoiese.

“Da quanto ho capito, dovrà assolvere al ruolo di sede operativa ma anche amministrativa con relativo sportello informativo per i cittadini che avranno domande riguardo a bollette o catasto, e personalmente, riterrei opportuno avere una sede meno decentrata rispetto a quella individuata in zona Ferruccia, di cui ho sentito parlare in commissione. Non solo per la distanza dalla montagna pistoiese (dove spesso c'è bisogno di intervenire), ma anche per il fatto che, chi ha proposto questo edificio, non ne ha la piena disponibilità e si è impegnato a farla vendere al proprietario. Questo per dire che preferisco le cose più lineari e, soprattutto, più rispondenti ai requisiti del bando.”

Sono entrambi preoccupati i Consiglieri del Gruppo Lega e non solo perché Pistoia perde una sede importante e molti servizi saranno ridotti ma, soprattutto, perché non vorrebbero mai che questa scelta ricadesse sulle spalle dei cittadini già vessati dal periodo che stiamo vivendo.