il progetto innovativo

A San Marcello Piteglio partono gli incentivi per far arrivare le famiglie: niente Tari e mille euro a figlio (oltre al capofamiglia)

Contro lo spopolamento della montagna il Comune di San Marcello Piteglio ha approntato un apposito regolamento con incentivi e sgravi per le famiglie che si trasferiscono da altro comune ed anche per chi vende (o affitta) loro la casa.

A San Marcello Piteglio partono gli incentivi per far arrivare le famiglie: niente Tari e mille euro a figlio (oltre al capofamiglia)
Politica Montagna, 01 Settembre 2021 ore 15:30

Nel territorio di San Marcello Piteglio il progressivo spopolamento e l’invecchiamento della popolazione sono tra i problemi più rilevanti. Questo andamento demografico, che prosegue da diversi anni, colpisce più seriamente le frazioni piccole e periferiche ma è evidente ovunque nel comune, così come nelle aree suburbane e montane dell'intero territorio nazionale. L’impoverimento del "capitale umano" determina minore dinamicità e condiziona anche la progressiva riduzione dei servizi a cui si assiste in questi anni. Le cause di questo fenomeno sono varie e molte di esse esulano dalla possibilità di un intervento diretto da parte di un Comune.

Il Comune di San Marcello Piteglio incentiva le famiglie ad andare a vivere in montagna

L'Amministrazione comunale di San Marcello Piteglio, tuttavia, ritiene che il proprio territorio e la propria comunità possiedano caratteristiche – in termini di qualità della vita, qualità dell’ambiente e dei rapporti umani – che possano risultare attrattive, e perciò le persone in grado di apprezzarle debbano essere incoraggiate, considerando anche il fatto che, con il recente sviluppo delle esperienze di "lavoro agile", le difficoltà legate alla distanza dai luoghi di lavoro diventano meno critiche.

Il Comune di San Marcello Piteglio ha quindi deciso di mettere in campo una serie di provvedimenti volti a incoraggiare chi può essere interessato a trasferirsi sul territorio, cercando di incentivare maggiormente le famiglie con figli in età scolare, visto che il mantenimento delle scuole è legato direttamente al numero di bambini e ragazzi, i quali oltretutto rappresentano il segmento di popolazione che ha subito la riduzione più drastica negli ultimi anni.
Allo stesso modo, si intende incoraggiare i possessori di abitazioni inutilizzate a metterle sul mercato, poiché solo un utilizzo non saltuario consente di mantenere in buone condizioni il patrimonio immobiliare.

Durante l'ultima seduta del Consiglio comunale è stato approvato un regolamento che potrà incentivare le famiglie a vivere sulla montagna. L'obiettivo è quello di attrarre e accogliere nuovi nuclei familiari sul territorio del Comune di San Marcello Piteglio, ripopolando così l'area montana, in grado di offrire occasioni di lavoro e una qualità della vita che, sotto molti aspetti, può considerarsi migliore rispetto quella in aree più densamente popolate.

Il regolamento, adottato in via sperimentale per il biennio 2021 - 2022, stabilisce le modalità e i tempi di erogazione dei contributi economici previsti dall’Amministrazione comunale.

I soggetti beneficiari individuati dal Regolamento sono: il capofamiglia dei nuclei familiari che, dopo il 1° gennaio 2021, acquisiscono una nuova residenza all’interno del territorio comunale di San Marcello Piteglio; il proprietario dell’immobile dato in locazione con regolare contratto al nucleo familiare di nuovo insediamento dopo il 1° gennaio 2021.

Ai capofamiglia l’Amministrazione intende garantire una serie di incentivi economici: la restituzione integrale della Tari pagata e di competenza per gli anni 2021 e 2022; un contributo una tantum pari a mille euro oltre a ulteriori mille per ogni figlio minorenne; i servizi di assistenza scolastica (mensa e trasporto) gratuiti per gli anni 2021 e 2022.

Ai proprietari degli immobili, invece, l’Amministrazione intende riconoscere la restituzione integrale dell’Imu di competenza per gli anni 2021 e 2022 versata a favore del Comune di San Marcello Piteglio. Il contributo sarà erogato, per ciascun anno di riferimento, in seguito alla presentazione dell'apposita domanda.

I beneficiari dovranno presentare all’ufficio Protocollo del Comune, entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello cui gli incentivi si riferiscono, l'istanza di rimborso compilata utilizzando gli appositi moduli messi a disposizione dall’Ufficio Tributi e scaricabili dal sito web dell'ente (https://www.comune.sanmarcellopiteglio.pt.it/it-it/home).