Menu
Cerca
La richiesta

“Che ruolo vuole giocare il Comune nella multiutility dei servizi?”. Pistoia in Azione si fa sentire

Il capogruppo di Pistoia in Azione, Iacopo Vespignani, ha depositato una interpellanza per conoscere dal Comune quelle che sono le intenzioni di fronte alla nascita della multiutility della gestione dei servizi che al momento vedrebbe Pistoia fuori dai giochi.

“Che ruolo vuole giocare il Comune nella multiutility dei servizi?”. Pistoia in Azione si fa sentire
Politica Pistoia, 24 Marzo 2021 ore 15:39

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di “Pistoia in Azione”, forza di minoranza in consiglio comunale a Pistoia, che ha presentato una interpellanza per sapere il Comune cosa intende fare di fronte alla creazione della multiutility regionale per la gestione integrata dei servizi.

Multiutiliti regionale, interpellanza comunale di “Pistoia in Azione”

Il tema della gestione dei servizi pubblici sarà oggetto di forti trasformazioni nel corso dei prossimi mesi ma Pistoia rischia di arrivare impreparata all’appuntamento. Dopo l’annuncio nel Dicembre scorso – da parte dei Comuni di Firenze, Prato ed Empoli – della nascita della prima società multutility regionale per la gestione integrata dei servizi idrici, ambientali ed energetici e della delibera della scorsa settimana di approvazione del progetto da parte della società Consiag S.p.a. (holding capofila della gestione dei servizi
pubblici del territorio pratese), il progetto di trasformazione dell’attuale modello di gestione dei servizi pubblici locali, che vedrebbe la fusione delle attuali società di gestione dei servizi (in primis Alia S.p.a. e Publiacqua S.p.a.) in un nuovo organismo a prevalente capitale pubblico ma con possibilità di ricorso anche al mercato dei capitali, subisce una rapida accelerazione.

Nonostante l’integrazione dei servizi e le sinergie che si realizzerebbero sul piano industriale sarebbero funzionali, nelle motivazioni del progetto, ad aumentare la qualità e l’efficienza dei servizi stessi e la riduzione delle tariffe per gli utenti, tuttavia, al di là delle critiche di metodo e della mancanza di trasparenza sulla decisione, non risulta ancora nota ad oggi quale sia la posizione del Comune di Pistoia in merito al nuovo modello di gestione e soprattutto quale strategia verrà seguita per salvaguardare il patrimonio dell’ente nel momento in cui lo stesso sarà chiamato ad esprimere il proprio voto all’interno delle società interessate all’operazione e in particolare in Publiservizi S.p.a. – holding con partecipazioni in Publiacqua e Alia – e della quale possiede una quota di circa il 27% del capitale.

E’ per sollecitare una risposta a questi interrogativi e per evitare che Pistoia sul tema dei servizi pubblici resti spettatrice di una sceneggiatura scritta da altri, che il gruppo consiliare di Pistoia in Azione per tramite del suo consigliere Iacopo Vespignani ha presentato oggi un interpellanza urgente al Sindaco affinché venga chiarita la posizione del Comune in merito al progetto di multiutility regionale per la gestione integrata dei servizi pubblici, nonché le iniziative che intende intraprendere – quale socio delle entità interessate – per la valorizzazione del patrimonio investito nelle società interessate all’operazione.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli