Politica
politica

Rigassificatore: Landi (Lega) 10 domande al commissario Giani e al ministro Cingolani

l'intervento dell'esponente del Carroccio mira a chiarire i dubbi emersi dall'inchiesta giornalistica

Rigassificatore: Landi (Lega) 10 domande al commissario Giani e al ministro Cingolani
Politica Pistoia, 05 Agosto 2022 ore 14:47

Rigassificatore: Landi (Lega) pone 10 domande al commissario Giani e al ministro Cingolani

"La vicenda rigassificatore a Piombino si arricchisce ogni giorno di nuovi preoccupanti particolari. L’articolo a firma di Stefano Tamburini, giornalista piombinese già direttore del Tirreno, porta alla luce una notizia che, se confermata, aumenterebbe i dubbi. È finito il tempo delle mezze verità e delle omissioni: il commissario Giani e il ministro Cingolani hanno il dovere di fare definitiva chiarezza. Lo devono ai piombinesi, ai toscani, agli italiani. La Lega non è mai stata e non sarà il partito del No alle opere necessarie agli interessi nazionali e locali, ma non può accettare che le decisioni siano prese nelle segrete stanze senza coinvolgere i territori e senza dare le necessarie garanzie alla cittadinanza".

rigassificatore

Così il consigliere regionale della Lega in Toscana Marco Landi, annunciando la pubblicazione di 10 domande al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e al ministro per la Transizione ecologica Eugenio Giani, alla luce dell’articolo odierno a firma di Stefano Tamburini circa l’esistenza di un progetto di impianto di rigassificazione alternativo e meno impattante, non preso in considerazione.

Di seguito le dieci domande.

1 Esiste un progetto alternativo a quello di SNAM, meno impattante per Piombino, e in caso affermativo, perché non è stato reso noto e preso in considerazione?
2 SNAM parla di "Periodo di ormeggio in porto non inferiore a tre anni”, cosa diametralmente opposta a "massimo tre anni". Regione e Ministero si impegnano ufficialmente a fissare 3 anni come tempo massimo di permanenza?3 Nel corso dei primi 6 mesi del 2022 l’Italia ha aumentato del 398,1% le esportazioni di gas: come si concilia questo dato con l’allarme relativo al prossimo inverno?
4 Per quale ragione si insiste nel collegare l’urgenza del rigassificatore a Piombino con i rischi di un inverno al freddo se l’impianto sarà attivo la prossima primavera?
5 Quali sono le reali compensazioni per Piombino, alla luce del fatto che nell’elenco figurano opere inserite in precedenti protocolli, puntualmente disattesi?
6 Corrisponde al vero che i tecnici di SNAM avrebbero avviato sopralluoghi informali a Piombino ben prima dello scoppio del conflitto in Ucraina?
7 Corrisponde al vero che il Governo avrebbe avuto rassicurazioni dal presidente della Regione, non ancora commissario, circa il giudizio positivo della comunità piombinese sull’impianto?
8 Quando è prevista la comunicazione del sito off shore che ospiterà l’impianto di rigassificazione?
9 Esiste un rischio zero per l’impianto di rigassificazione previsto nel porto di Piombino?
10 Per quali ragioni l’iter autorizzativo per l’impianto OLT di Livorno ha richiesto oltre 10 anni e quello relativo all’impianto di Piombino prevede una durata massima di pochi mesi?

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter