verso il voto

Regionali 2020, Lisa Innocenti (Italia Viva) e le sue proposte per il terziario esposte a Confcommercio

Le proposte della candidata consigliera di Italia Viva Lisa Innocenti di fronte ai vertici di Confcommercio Pistoia Prato per quanto concerne il terziario e fondi europei da intercettare.

Regionali 2020, Lisa Innocenti (Italia Viva) e le sue proposte per il terziario esposte a Confcommercio
Pistoia, 10 Settembre 2020 ore 11:29

Incontro pre-elettorale da parte della candidata consigliera regionale di Italia Viva per il collegio pistoiese, Lisa Innocenti, con i vertici di Confcommercio Pistoia-Prato. L’occasione giusta per fare il punto sul terziario e lanciare le sue proposte in caso di elezione.

Lisa Innocenti (Italia Viva) a colloquio con Confcommercio Pistoia Prato

«Le recenti linee di indirizzo della programmazione dell’utilizzo dei fondi comunitari in Toscana sono sbilanciate a sfavore del terziario a vantaggio del manifatturiero. Bisogna riequilibrarle tenendo conto dell’effettivo peso del terziario nell’economia toscana».

E’ quanto sostenuto dai vertici di Confcommercio Pistoia e Prato, dal presidente Stefano Morandi al direttore Tiziano Tempestini e il vice direttore Marco Leporatti, all’incontro con la candidata di Italia Viva alle regionali nel collegio di Pistoia Lisa Innocenti, che si è detta d’accordo e ha sottolineato che «l’attenzione alla corretta gestione dei fondi europei è il primo punto del suo programma elettorale, che prevede anche strumenti per facilitare l’accesso al credito agevolato per le piccole e medie imprese di tutti i settori, non solo il manifatturiero».

Secondo gli esponenti di Confcommercio in generale attualmente in Toscana la quota di fondi europei destinati al terziario è di molto inferiore alla metà, ma il reale peso nell’economia toscana del complesso dei comparti del terziario va ben oltre il 60%.

Tra le varie istanze dei rappresentanti di Confcommercio, investimenti nella viabilità sia verso la Montagna Pistoiese («non ci si può mettere più di 1 ora per arrivare all’Abetone» ha detto Tempestini) sia verso Firenze (necessaria la terza corsia e «treni ogni mezz’ora per Firenze» ha chiosato Leporatti). Inoltre ci si attende che il rilancio delle Terme di Montecatini venga affidato a un player di livello internazionale (che non significa necessariamente straniero) del settore termale.

«Entrambi i temi – ha replicato Lisa Innocenti – sono nel mio programma. Per le Terme ci vuole un piano di investimenti che apra ai privati e includa cospicui sostegni nella promozione del territorio. Per la viabilità, oltre al miglioramento delle strade montane e pensiamo al potenziamento del tratto ferroviario Firenze-Viareggio».

LEGGI ANCHE: “Amo Pistoia” organizza un dibattito coi capolista pistoiesi per le Regionali

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità