Menu
Cerca
verso il voto

Regionali 2020, Lisa Innocenti (Italia Viva) e le sue proposte per il terziario esposte a Confcommercio

Le proposte della candidata consigliera di Italia Viva Lisa Innocenti di fronte ai vertici di Confcommercio Pistoia Prato per quanto concerne il terziario e fondi europei da intercettare.

Regionali 2020, Lisa Innocenti (Italia Viva) e le sue proposte per il terziario esposte a Confcommercio
Politica Pistoia, 10 Settembre 2020 ore 11:29

Incontro pre-elettorale da parte della candidata consigliera regionale di Italia Viva per il collegio pistoiese, Lisa Innocenti, con i vertici di Confcommercio Pistoia-Prato. L’occasione giusta per fare il punto sul terziario e lanciare le sue proposte in caso di elezione.

Lisa Innocenti (Italia Viva) a colloquio con Confcommercio Pistoia Prato

«Le recenti linee di indirizzo della programmazione dell’utilizzo dei fondi comunitari in Toscana sono sbilanciate a sfavore del terziario a vantaggio del manifatturiero. Bisogna riequilibrarle tenendo conto dell’effettivo peso del terziario nell’economia toscana».

E’ quanto sostenuto dai vertici di Confcommercio Pistoia e Prato, dal presidente Stefano Morandi al direttore Tiziano Tempestini e il vice direttore Marco Leporatti, all’incontro con la candidata di Italia Viva alle regionali nel collegio di Pistoia Lisa Innocenti, che si è detta d’accordo e ha sottolineato che «l’attenzione alla corretta gestione dei fondi europei è il primo punto del suo programma elettorale, che prevede anche strumenti per facilitare l’accesso al credito agevolato per le piccole e medie imprese di tutti i settori, non solo il manifatturiero».

Secondo gli esponenti di Confcommercio in generale attualmente in Toscana la quota di fondi europei destinati al terziario è di molto inferiore alla metà, ma il reale peso nell’economia toscana del complesso dei comparti del terziario va ben oltre il 60%.

Tra le varie istanze dei rappresentanti di Confcommercio, investimenti nella viabilità sia verso la Montagna Pistoiese («non ci si può mettere più di 1 ora per arrivare all’Abetone» ha detto Tempestini) sia verso Firenze (necessaria la terza corsia e «treni ogni mezz’ora per Firenze» ha chiosato Leporatti). Inoltre ci si attende che il rilancio delle Terme di Montecatini venga affidato a un player di livello internazionale (che non significa necessariamente straniero) del settore termale.

«Entrambi i temi – ha replicato Lisa Innocenti – sono nel mio programma. Per le Terme ci vuole un piano di investimenti che apra ai privati e includa cospicui sostegni nella promozione del territorio. Per la viabilità, oltre al miglioramento delle strade montane e pensiamo al potenziamento del tratto ferroviario Firenze-Viareggio».

LEGGI ANCHE: “Amo Pistoia” organizza un dibattito coi capolista pistoiesi per le Regionali

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli