Politica
Richiesta politica

Rastelli (Pd) e Fanucci (Iv) contrari alla riduzione di risorse a Montecatini per il verde pubblico

Rastelli e Fanucci, consiglieri comunali a Montecatini, chiedono conto sul rischio che vengano diminuite le risorse per la manutenzione del verde pubblico in città.

Rastelli (Pd) e Fanucci (Iv) contrari alla riduzione di risorse a Montecatini per il verde pubblico
Politica Valdinievole, 11 Maggio 2020 ore 09:49

Interrogazione in Comune a Montecatini Terme presentata dalla consigliera comunale del Pd Gianna Rastelli e sottoscritta dal capogruppo di Italia Viva, Edoardo Fanucci, sulla paventata riduzione di risorse per il verde pubblico.

"La manutenzione del verde pubblico a Montecatini non va ridimensionata"

“Dai giardini alle alberature, il verde pubblico è per Montecatini Terme un biglietto da visita di assoluto livello. Un patrimonio a disposizione dei cittadini, fonte di benessere e salute che - oggi, più che mai - deve essere tutelato e preservato nelle sue particolarità. Un processo di manutenzione e valorizzazione che non deve essere assolutamente ridimensionato”.

Questo, il contenuto dell’interrogazione depositata da Gianna Rastelli - consigliere comunale iscritto nelle fila del PD - e sottoscritta dal capogruppo di Italia Viva Edoardo Fanucci, a seguito dell’ipotesi avanzata dall’assessore Alessandro Lumi nel corso della riunione congiunta delle commissioni Statuto e Regolamento e Sviluppo economico, circa la riduzione delle risorse destinate alla manutenzione del verde pubblico.

Un intervento, quello di Rastelli, legato alla ricontrattualizzazione del servizio, oggetto di un incontro tra la ditta appaltatrice del servizio e l’Amministrazione avvenuto giovedì 7 maggio.

“A tutela del patrimonio verde cittadino, la precedente amministrazione ha stanziato una cifra pari a € 540000, confermandolo priorità in termini di intervento e valorizzazione - prosegue, nell’interrogazione, Rastelli - la ricontrattualizzazione del servizio non garantirebbe alla nostra città gli standard fin qui acquisiti, andando ad intaccare quello che, per la collettività, rappresenta un patrimonio di inestimabile valore. Per questo, chiedo all’assessore Alessandro Lumi la motivazione per cui si intende incidere sulle risorse destinate al servizio, ridimensionando gli sforzi profusi rivolti ad un bene primario quale il verde pubblico”.

LEGGI ANCHE: Ecco come si riorganizzano gli ospedali dopo il picco da coronavirus

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter