Politica
la polemica

La Provincia stanzia 65mila euro per i propri sistemi informatici, insorge Fdi: "Soldi sottratti alle scuole"

I consiglieri provinciali a Pistoia di Fdi, Francesca Capecchi ed Andrea Tonarelli, fortemente contrari alla misura adottata per il potenziamento dei sistemi informatici dell'ente: "Si sottraggono fondi alle scuole".

La Provincia stanzia 65mila euro per i propri sistemi informatici, insorge Fdi: "Soldi sottratti alle scuole"
Politica Pistoia, 01 Ottobre 2021 ore 15:57

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso dai consiglieri provinciali di Fratelli d'Italia Francesca Capecchi ed Andrea Tonarelli alla luce di quanto emerso durante l'ultimo Consiglio Provinciale in merito a fondi Covid dirottati sul potenziamento dei sistemi informatici dell'ente di piazza San Leone.

Fondi Covid per sistemi informatici, Fratelli d'Italia in Provincia a Pistoia all'attacco

Il 30 Settembre u.s. si è svolto il Consiglio Provinciale, durante il quale è stata messa in approvazione una
delibera che prevede, tra altri interventi, l’acquisto di sistemi informatici di ultima generazione per le
stanze di Palazzo Balì per un valore di 65000€. La proposta ha trovato fin da subito la contrarietà dei
consiglieri di Fratelli d’Italia, Francesca Capecchi e Andrea Tonarelli , che affermano:

“Troviamo questo investimento non prioritario. Il finanziamento verrà realizzato con parte del “fondo  Covid” stanziato dal governo agli enti locali. Ci sembrerebbe opportuno, quindi, spendere la cifra  impegnata per le scuole, che hanno vissuto momenti di difficoltà nella pandemia e che, ancora oggi, si  trovano a dover riorganizzare spazi ed orari”, proseguono i consiglieri: “Inoltre, si decide di investire su  un palazzo poco frequentato da tempo a causa del dimensionamento delle province per la legge Delrio,  senza avere certezza di quale sarà il futuro delle Province italiane”.

Insistono Capecchi e Tonarelli:

“Nel corso del dibattito è stato affermato anche che l’adozione di una strumentazione informatica per  Palazzo Balì potrebbe agevolare i Comuni stessi nello svolgimento delle attività. Francamente facciamo  fatica a capire come, visto che i Comuni sono tutti dotati di sistemi informatici propri e che la vita  democratica viene svolta localmente.”. Concludono poi consiglieri: “Le nostre perplessità sono state  condivise anche da alcuni colleghi del Pd, per cui per adesso, nonostante l’approvazione della delibera, i  65000€ sono stati temporaneamente congelati in attesa di un’ulteriore valutazione. Ci auguriamo che  questo rinvio porti ad un investimento che sia davvero preminente per il territorio”.