Menu
Cerca
POLITICA

Provincia di Pistoia, 103.500 euro di contributi per 67 imprese dopo il bando Regione per ambulanti fieristici (come i brigidinai) e spettacoli itineranti

Niccolai (Pd): “Un impegno mantenuto, risorse a fondo perduto”

Provincia di Pistoia, 103.500 euro di contributi per 67 imprese dopo il bando Regione per ambulanti fieristici (come i brigidinai) e spettacoli itineranti
Politica Pistoia, 19 Febbraio 2021 ore 15:20

E’ stata pubblicata ieri la graduatoria del bando della Regione Toscana riservato agli ambulanti delle fiere e gli operatori degli spettacoli itineranti che ha visto dare contributi a 67 imprese della Provincia di Pistoia per 103.500 euro. Ne dà notizia Marco Niccolai, consigliere regionale Pd e componente della commissione Sviluppo economico e rurale.

Il consigliere regionale Niccolai

Il bando – spiega Niccolai – prevedeva un contributo a fondo perduto pari a 2.500 euro nel caso di esercenti attività di spettacolo viaggiante ed itinerante e 1.500 euro nel caso degli ambulanti di fiere e mercati turistici. Era un impegno che avevamo preso nella primavera scorsa dopo il grido di allarme che ci avevano inviato, ad esempio, i brigidinai che si sono visti cancellare numerose fiere nel 2020.
Un settore, quello degli ambulanti fieristi, che non aveva avuto la giusta attenzione nei vari interventi sui ristori e a cui la Regione ha voluto dare un segnale di attenzione.

Non sono ovviamente interventi totalmente risolutivi dei numerosi problemi che le nostre aziende hanno e continuano ad avere, ma la Regione si sta impegnando con determinazione per intensificare la vicinanza alle imprese e ai lavoratori colpiti dalla crisi dovuta all’emergenza sanitaria. Nel caso di questo bando che assegna contributi a fondo perduto a 67 imprese della Provincia di Piatpia – conclude Niccolai – si tratta di un impegno che avevamo preso nel precedente mandato e al quale abbiamo dato seguito, per dare un supporto ad un segmento della filiera turistica particolarmente colpito. Il lavoro continua rispetto ad altri comparti del turismo toscano”.