Politica
POLITICA

Pistoia Città dello Sport, cosa serve per Claudio Caramelli, candidato di "Civici e riformisti"

«Solo il 30% dei giovani fra i 12 ed i 18 anni pratica sport in maniera continuativa: ecco perché dobbiamo scendere tutti in campo»

Pistoia Città dello Sport, cosa serve per Claudio Caramelli, candidato di "Civici e riformisti"
Politica Pistoia, 28 Maggio 2022 ore 10:39

La nostra Pistoia ha bisogno di uno slancio per quanto riguarda lo sport, inteso a tutto tondo. Investire in questo ambito vuol dire educare i giovani verso un mondo di regole e di condivisione affinché domani siano cittadini rispettosi degli altri e dei beni comuni. Affinché questo avvenga ci vuole l'impegno delle famiglie, delle società sportive e dell’amministrazione che ha il dovere di favorire e diffondere lo sport una cosa che, purtroppo, a Pistoia non si è verificata durante gli ultimi anni.

L'intervento

«Secondo stime che ho fatto a campione solo il 30% dei giovani fra i 12 ed i 18 anni nella nostra città pratica sport in maniera continuativa – dichiara Claudio Caramelli, candidato consigliere per la lista “Fratoni Sindaca – Civici e Riformisti” – ed è per questo che ci sono tematiche da affrontare concretamente. C’è bisogno di progetti con e sullo sport, creando sinergie con chi si occupa di sociale e del mondo sanitario. E’ fondamentale, però, costruire altre strutture visto che quelle attuali sono vecchie e fatiscenti: serve qualcosa di rapida ed economica realizzazione come per esempio delle tensostrutture, che tornerebbero utili per consentire la ristrutturazione di tutto il resto. Un altro aspetto fondamentale è quello di mettere mano al nuovo regolamento visto che all’Assessore Magni non è stato consentito di fare quel che voleva. Tutto ciò dovrà andare di pari passo con una ristrutturazione dell’ufficio sport sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo».

Gli aspetti da valorizzare nel mondo dello sport non finiscono qui perché gli ambiti sono davvero molteplici.

«Sarà importante rinnovare la figura dell’assessore allo sport – aggiunge Caramelli – visto che quando questo mondo si è ribellato la scelta fatta dall’amministrazione è stata quella di far fuori Magni per poi concedere deleghe a chi sapeva poco o niente dell’argomento, e lo ha dimostrato. Servirà una figura competente, disponibile e propositiva. Ci sono da individuare aree per lo sviluppo di nuove strutture che non possono limitarsi al possibile progetto dell’area “ex Pallavicini” venuta fuori solo sul finire di mandato. Ritengo che la zona dell’ex Annona sia la migliore in assoluto e non prevederebbe nemmeno nuova cementificazione. Per un lavoro coordinato sul territorio sarà altrettanto importante fare sinergia con la Provincia, ma veramente, e strutturare un calendario di eventi da riproporre e migliorare strada facendo: degli ultimi cinque anni ricordiamo il mondiale di biliardo che, alla fine, era solo per gli addetti ai lavori».

Da uomo di sport e che vive costantemente in palestra, Claudio Caramelli traccia una linea su quanto successo dal 2017 in avanti vedendo le criticità in maniera oggettiva.

«Trovo imperdonabile che si dica, da parte dell’attuale amministrazione, che non si sapeva che lo stato delle cose fosse questo – ha concluso il candidato consigliere di “Civici e Riformisti - Fratoni Sindaca” – perché significa aver fatto delle promesse senza sapere cosa si prometteva. Non solo: c’è chi si vanta di aver messo in sicurezza tutti gli impianti ma le ristrutturazioni sono incomplete. Qualche esempio? L’illuminazione al Campo Scuola; la palestra “Masotti” consegnata tre mesi dopo i tempi annunciati recando notevoli disagi ai club ai quali era stata assegnata e dove non è possibile svolgere gare ufficiali in quanto non c'è lo spazio per il seggiolone dell’arbitro; le palestre “Bizzarri” e “Cino” che sono in condizioni fatiscenti e pericolose. Penso che se questi cinque anni erano fondamentali per aprire nuovi scenari per lo sport pistoiese, allora se ne può sancire il fallimento. Federica Fratoni con la sua candidatura, che appoggio, se ne dovrà fare carico nel prossimo mandato amministrativo una volta eletta».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter