Politica
PER TUTTI

Pistoia: 526mila euro dalla Regione per 175 circoli e associazioni della provincia

Pistoia: 526mila euro dalla Regione per 175 circoli e associazioni della provincia
Politica Pistoia, 21 Ottobre 2021 ore 14:35

Ora è ufficiale: 175 circoli e associazioni culturali e ricreative della provincia di Pistoia riceveranno 526mila euro di contributi dalla Regione. Ne dà notizia Marco Niccolai, consigliere regionale Pd e presidente della commissione Aree interne.

526mila euro dalla Regione per 175 circoli e associazioni

«Nello scorso mese di agosto – spiega Niccolai - gli uffici della Regione avevano pubblicato un primo elenco di circoli e associazioni ammesse al contributo previsto dal bando rivolto ai soggetti del terzo settore, riservandosi di concludere le verifiche di rito su altre richieste pervenute. Le verifiche sono concluse e sono stati pubblicati i decreti con gli elenchi aggiornati e completi di tutte le associazioni, circoli ed enti del terzo settore che si sono visti assegnati i contributi che ammontano a 7 milioni di euro a livello regionale.

In provincia di Pistoia, tra tutti i decreti di assegnazione di questo bando, sono stati riconosciuti contributi finalizzati a fronteggiare le conseguenze determinate dall'emergenza sanitaria Covid-19 in ambito sociale destinato a organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e loro articolazioni territoriali o circoli affiliati nonché alle Fondazioni del terzo settore, per 175 di questi, per un totale di circa 526mila euro di contributi.

Con questi provvedimenti – prosegue Niccolai – arriva a conclusione il bando a sostegno del terzo settore toscano molto colpito a causa delle misure restrittive emesse dal Governo per l’emergenza da Covid-19.

Con questa misura la Regione Toscana si è dimostrata ancora una volta, sensibile alle esigenze che vengono dai territori dove, le realtà associative e del terzo settore, risultano molto importanti anche grazie alla loro funzione sociale e aggregativa. Funzione fondamentale in particolare nei piccoli borghi che sono l’ossatura della nostra regione».