POLITICA

Pieve a Nievole, il sindaco Diolaiuti non si candiderà al consiglio regionale

"La passione per il mio lavoro, per l'incarico che mi è stato rinnovato l'anno scorso dalla maggioranza dei miei concittadini che con il loro voto hanno nuovamente riposto in me la loro fiducia scegliendomi nuovamente come loro Sindaco, non mi consente di proseguire in questo percorso".

Pieve a Nievole, il sindaco Diolaiuti non si candiderà al consiglio regionale
Valdinievole, 31 Luglio 2020 ore 11:06

“In queste ultime settimane il mio nome è già rimbalzato più volte sulle pagine dei giornali riguardo una mia possibile candidatura al Consiglio regionale della Toscana nelle prossime elezioni di settembre, candidatura non partita da me ma fortemente caldeggiata dal mio partito; la mia concezione di politica non prevede infatti auto candidature. La buona politica secondo il mio punto di vista, è quella che mette al centro il lavoro di squadra e con questo gli obiettivi della comunità tutta che devono andare oltre alle ambizioni personali”.

La decisione del primo cittadino

“Un pensiero e una concezione di politica forse un po’ démodé ma della quale vado orgogliosa e che trovo dovrebbe essere l’unica molla che spinge a far politica, quella vera. Mi sono sempre messa al servizio del mio partito, il PD del quale sono fondatrice, e anche questa volta, con profondo spirito di servizio, alla fine avevo dato la mia disponibilità a candidarmi al consiglio regionale della Toscana con tutte le incertezze e le titubanze del caso visto che nell’eventualità di una mia elezione, avrei dovuto scegliere tra la carica di Sindaco di Pieve a Nievole e quella di consigliere regionale che non mi avrebbe certo impedito di continuare ad occuparmi del territorio di Pieve a Nievole seppur in maniera diversa, in un ambito più ampio di bisogni del territorio.

Con il passare dei giorni, ho preso piena coscienza di quanto per me sarebbe difficile abbandonare la carica di Sindaco di Pieve a Nievole. Ritengo che fare il Sindaco e ancor più in un comune che amo profondamente, sia il “mestiere” più bello del mondo.

La passione per il mio lavoro, per l’incarico che mi è stato rinnovato l’anno scorso dalla maggioranza dei miei concittadini che con il loro voto hanno nuovamente riposto in me la loro fiducia scegliendomi nuovamente come loro Sindaco, non mi consente di proseguire in questo percorso; la mia morale non mi consente di tradire la loro fiducia.

Ringrazio tutti coloro che hanno fortemente caldeggiato la mia candidatura, li ringrazio per la stima e la fiducia dimostratami, ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuta, ma la mia corsa a consigliere regionale finisce qui, ritiro la mia candidatura nella piena convinzione di voler continuare a servire al meglio i cittadini di Pieve a Nievole con la forza della fiducia che loro stessi mi hanno rinnovato” , conclude il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità