Politica
POLITICA

Pescia Cambia, Tanganelli sulla risposta del Direttore Generale Asl “ Siamo i primi a riconoscere gli sforzi, ma vogliamo risposte più concrete”

Il punto era l'attuale situazione di disagio e carenza di servizi che da mesi interessa il nostro ospedale

Pescia Cambia, Tanganelli sulla risposta del Direttore Generale Asl “ Siamo i primi a riconoscere gli sforzi, ma vogliamo risposte più concrete”
Politica Valdinievole, 14 Novembre 2021 ore 11:14

E’ giunta in queste ore la risposta del direttore generale della Asl Toscana Centro Paolo Morello Marchese, che qui di seguito pubblichiamo, ai temi sollevati da una mozione presentata da Stefano Tanganelli, consigliere comunale di Pescia Cambia e approvata all’unanimità dal consiglio comunale pesciatino.

La risposta

“In risposta alla nota in oggetto- scrive il direttore generale della Asl Toscana Centro al sindaco facente funzioni Guja Guidi - preme sottolineare che il presidio ospedaliero della Valdinievole nel periodo dell’emergenza ha dimostrato piena flessibilità e capacità di rispondere alle esigenze del momento, nonché una completa sinergia con il lavoro di rete a livello Aziendale, rendendosi operativo in una prima fase alla risposta suppletiva per pazienti no covid, quindi non solo per il fabbisogno della popolazione locale, ma anche accogliendo esigenze dalle altre aree Aziendali . Successivamente ha dimostrato ampia capacità di rispondere, relativamente alle esigenze mutate legate alla epidemiologia locale, con la gestione del paziente covid in regime di degenza ordinaria e intensiva.

Ciò detto- continua Morello- a dimostrazione delle professionalità che operano nel Presidio e alla possibilità di garantire piena tutela della salute del cittadino. Premesso ciò, è necessario prendere atto della situazione attuale di criticità generale e che quindi è presente comunque anche nel presidio della Valdinievole, coinvolgendo alcuni organici di personale con la rimodulazione conseguente di alcune attività di cui vi è piena volontà Aziendale sia legato a una situazione temporanea. Preme comunque rassicurare che ogni attività legata a gestioni in regime di urgenza ed emergenza è sempre pienamente tutelata con la garanzia del servizio interessato in regime H24”

L’estensore della mozione che ha originato la risposta del direttore Morello, il consigliere comunale di Pescia Cambia Stefano Tanganelli, esprime il suo parere sul contenuto della missiva

“Vede, dott. Morello, siamo stati i primi a riconoscere e a ringraziare gli operatori, tutti, di ogni ordine e grado, per il lavoro enorme, importante, svolto per far fronte all'emergenza pandemica e il.consiglio comunale tutto, durante la discussione della nostra mozione, lo ha unanimamente riconosciuto, ma non era questo il punto.

Il punto era, caro direttore, l'attuale situazione di disagio e carenza di servizi che da mesi interessa il nostro ospedale : abbiamo parlato di prenotazioni di visite anche urgenti rinviate all'infinito, spingendo i cittadini verso il privato, abbiamo parlato di carenze gravi di organico, a partire da anestesisti, infermieri, e via dicendo , abbiamo parlato di una situazione caotica del CUP, della situazione della guardia medica e altro ancora . Ma su queste questioni nessuna risposta, salvo qualche generico riferimento ad una situazione di difficolta', ma noi vorremmo, anzi vogliamo, risposte concrete e puntuali su queste questioni, fondamentali per la salute dei nostri concittadini.

Non siamo quindi soddisfatti della sua risposta, e ci auguriamo che lei voglia rispondere alla richiesta dei nostri rappresentanti nella Società della Salute di un incontro urgente al fine di affrontare e soprattutto risolvere queste questioni”.