LA PRECISAZIONE...

Pescia Cambia “Nessuna richiesta a Franceschi, che è libero di appoggiare, se vuole, i nostri progetti. Non abbiamo bisogno di stampelle, ma di una opposizione costruttiva”

Pescia Cambia “Nessuna richiesta a Franceschi, che è libero di appoggiare, se vuole, i nostri progetti. Non abbiamo bisogno di stampelle, ma di una opposizione costruttiva”
Politica Valdinievole, 21 Gennaio 2021 ore 16:34

"Chi ha letto sulla stampa online l’intervento di Oliviero Franceschi potrebbe essersi fatto un’idea sbagliata di quello che sta accadendo in questi giorni all’interno della maggioranza che guida il comune di Pescia". Questo l'inizio del comunicato stampa di "Pescia Cambia".

Nessuna richiesta a Franceschi

"Tanto per essere chiari, nessuna offerta o richiesta è stata formulata nei suoi confronti né, tantomeno, nei confronti di altri membri di una opposizione che, a quanto si legge, non procede nella massima armonia ma con contrapposizioni e spaccature sempre più evidenti.

Visto che non ci riguarda, evitiamo di commentare quello che accade fra i nostri avversari e ci concentriamo su di noi. Abbiamo letto con curiosità e attenzione un comunicato della Lega a doppia firma Bartolini e lo stesso consigliere comunale Franceschi dove si sono fatte delle aperture, abbandonando il solito tono aggressivo che ha caratterizzato l’attività della minoranza in questi anni di legislatura. Un cambiamento importante, che dovrebbe riguardare tutti, anche chi si trova fuori dal consiglio comunale e che non perde occasione di insultarci e attaccarci astiosamente. Si tratta di elementi isolati, si dirà, perché la stragrande maggioranza dei pesciatini è interessata solamente ai risultati che ci siamo impegnati a conseguire e che porteremo a compimento nonostante la temporanea sospensione di Oreste Giurlani, ma non è certamente il clima migliore per lavorare.

Del resto la salvaguardia dell’autonomia finanziaria del comune, evitando il dissesto per una situazione che abbiamo in larghissima parte ereditato da chi ci ha preceduto, dovrebbe essere una priorità assoluta per i consiglieri attuali ma anche per chi verrà dopo di noi.

Il percorso è tracciato, la piattaforma programmatica con la quale ci siamo presentati alle elezioni del 2018 è la nostra bussola e il nostro gruppo di maggioranza è più compatto e motivato che mai.

Quindi nessuna delega a Franceschi, e se sarà necessario distribuire qualcosa in termini di deleghe abbiamo i nostri consiglieri comunali che hanno dimostrato grande qualità, impegno e amore per la città. Accettiamo da lui, come da tutti, consigli e opinioni costruttive, senza bisogno di alcuna stampella.

Per noi parleranno i fatti, come sempre".