POLITICA

Pd di Pistoia: “Legno Rosso: un degrado inaccettabile”

"Arrivare a chiedere la rimozione o la copertura della targa che ricorda il proprio figlio significa che la situazione è davvero arrivata ad un punto in cui si è persa persino la speranza".

Pd di Pistoia: “Legno Rosso: un degrado inaccettabile”
Pistoia, 25 Agosto 2020 ore 15:14

“Abbiamo letto il post pubblicato su Facebook da Giancarlo Faticoni, padre del giovane Gabriele a cui è intitolato il campo sportivo del Legno Rosso. Prima di tutto desideriamo esprimere vicinanza per il dolore che trasudano quelle righe scritte di getto e con il cuore”. Lo dice in un comunicato la segretaria comunale Pd di Pistoia.

La protesta nei confronti della giunta

“Il degrado e l’incuria colpiscono non soltanto le cose materiali ma anche i simboli. Arrivare a chiedere la rimozione o la copertura della targa che ricorda il proprio figlio significa che la situazione è davvero arrivata ad un punto in cui si è persa persino la speranza. Questa amministrazione, dopo aver condotto una campagna elettorale in cui si prometteva di risolvere tutto in sei mesi, una volta arrivata a governare la città se ne è dimenticata ed ha lasciato che la situazione degli impianti precipitasse verso il baratro in cui versa attualmente il Legno Rosso.

Questa giunta, se ancora c’è, deve immediatamente farsi carico di questi veri e propri “buchi neri”, che più passa il tempo e più si degradano, aumentando le risorse necessarie a rimetterle in funzione e privando centinaia di famiglie di quello che fino a pochi anni fa era un vero e proprio fiore all’occhiello della città. Come Partito Democratico continueremo a denunciare e sollecitare la Giunta Tomasi nel restituire dignità a questo impianto sportivo e a tutti gli altri i cui problemi sono stati usati strumentalmente per raccogliere voti per poi abbandonarli subito dopo”.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità