Politica
Aspra polemica

Pd all'attacco di Baroncini a Montecatini: "Quali sono i criteri decisionali usati dal sindaco?"

Sempre scontro frontale fra Pd e sindaco di Montecatini Terme per aver ritirato la possibilità di avere delle stanze all'interno del Comune per le associazioni combattentistiche.

Pd all'attacco di Baroncini a Montecatini: "Quali sono i criteri decisionali usati dal sindaco?"
Politica Valdinievole, 31 Maggio 2020 ore 17:56

Non si placa la polemica a Montecatini Terme in merito alla decisione del sindaco Luca Baroncini di riprendersi alcune stanze all'interno del Comune che erano in dotazione alle associazioni combattentistiche della Valdinievole: dopo i sindaci, tocca al Pd comunale di Montecatini dire la propria.

Sindaco Baroncini nel mirino del Pd

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa diffusa dal Partito Democratico di Montecatini Terme in merito alla polemica innescata contro il sindaco Luca Baroncini sul mancato rinnovo della concessione di alcune stanze all'interno del Comune alle associazioni combattentistiche della Valdinievole.

Apprendiamo con grande amarezza la decisione del sindaco Baroncini di non rinnovare il contratto di affitto a quattro sezioni delle associazioni combattentistiche ANMIG,  ANCR, ANEI e ANFCDG che da anni avevano la sede valdinievolina ubicata in una stanza del Comune di Montecatini.
Le associazioni combattentistiche sono apartitiche ed apolitiche, rappresentano un pezzo importante della storia del nostro Paese e non supportare le loro attività si configura come una grave mancanza di rispetto verso migliaia di mutilati ed invalidi di guerra, vedove e orfani che vedono tutelate le loro istanze da queste associazioni.
L’amministrazione comunale di Montecatini non si è confrontata con i Sindaci del territorio prima di prendere questa discutibile decisione, atto che sarebbe stato auspicabile vista la rappresentatività della sede per l’intero territorio della Valdinievole. Ci sentiamo quindi di sottoscrivere in pieno la lettera di protesta inviata al primo cittadino di Montecatini dai Sindaci di Larciano, Lamporecchio, Monsummano Terme, Pieve a Nievole, Massa e Cozzile, Buggiano, Ponte Buggianese ed Uzzano e li ringraziamo per essersi offerti di cercare un nuovo locale per queste associazioni sui loro territori, dimostrando rispetto verso chi divulga i valori della libertà.

Nella giornata di sabato 30 maggio abbiamo depositato una interrogazione in merito a questa vicenda perché riteniamo la decisione del sindaco Baroncini ingiusta ed ingiustificata. Visto che questo non è il primo caso (ricordiamo il mancato rinnovo di un immobile utilizzato dall’associazione 365giornialfemminile per ospitare donne vittime di violenza ed i loro figli minori), vorremmo conoscere i criteri decisionali per i quali l’amministrazione di Montecatini sta chiedendo il rilascio di immobili ad associazioni che da anni svolgono le loro importanti attività sul territorio. Riteniamo che il mondo dell’associazionismo meriti di essere supportato anziché abbandonato come stiamo vedendo in questi giorni a Montecatini.

LEGGI ANCHE: La nuova hit di "Blebla" girata ad Uzzano

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter