Politica
POLITICA

Parlanti (M5S): "Bella Lamporecchio-PD perdono l'ennesima occasione per tacere su sfiducia a sindaco e giunta"

Non vi è bastata la figuraccia politica del consiglio del 24 marzo, gli ultimi 3 anni di mandato, le non-risposte del Sindaco di due settimane fa (più le precedenti), il teatrino, in aula, con la Lega su una mozione già presentata e votata e poi riesumata per l'occasione?

Parlanti (M5S): "Bella Lamporecchio-PD perdono l'ennesima occasione per tacere su sfiducia a sindaco e giunta"
Politica Valdinievole, 11 Aprile 2022 ore 10:58

"Non sto a riportare "letterine" multiuso da esibire in più occasioni. Tuttavia, visto che il contenitore politico del PD in consiglio, Bella Lamporecchio, mi chiama in causa (prendendo il coraggio a due mani e mettendo il mio nome), dico due parole su certe affermazioni offensive, inesatte, politicamente ipocrite che certificano quanto la politica stia "dragando il fondo". Ai consiglieri di maggioranza, che dopo parto travagliato hanno messo insieme, in qualche riga, l'ennesima figuraccia, rendendola addirittura pubblica, dico che l'importante è che siano convinti di quello che scrivono; bisognerebbe poi avere l'onestà intellettuale di fondare certe strampalate affermazioni su basi solide.

La protesta

"Leggo la solita "rispostina" farcita di mal celate offese personali in tipica salsa "pantaloni con risvoltino", piena di disprezzo e di quell'ipocrisia politica tipicamente "democratica" che, pubblicata sui giornali, vi ha fatto fare l'ennesimo autogol a porta vuota al 90' (in una partita che state già perdendo 5-0). Parole scorrette ed inesatte senza appello. Abbiate il coraggio di ripeterle di fronte a me in Consiglio, davanti i cittadini, assieme ai vostri cari amici ed alleati di Lega, FDI, PCI, in quell'aula dove sistematicamente "prendete tutti dieci".

Non vi è bastata la figuraccia politica del consiglio del 24 marzo, gli ultimi 3 anni di mandato, le non-risposte del Sindaco di due settimane fa (più le precedenti), il teatrino, in aula, con la Lega su una mozione già presentata e votata e poi riesumata per l'occasione? Vogliamo andare a ritroso? Ci facciamo notte.

Non ho ancora capito se questa realtà alternativa la vogliate raccontare ai vostri elettori, ammesso ne abbiate ancora oppure stiate facendo opera di autoconvincimento. Ma siete convinti di quanto avete scritto?

Nominate i cittadini, proprio voi che sulla questione dei passi carrabili, un argomento a caso tra i mille, avete preferito fare il giro dei circoli assieme al PD invece di usare i canali istituzionali, scambiando gli incontri di partito col municipio (riascoltatevi cosa è stato risposto il 24.03.2022 alla mia interrogazione, lì c'è il The Best Of del vostro modo di fare politica, idem sull'interrogazione sulla Variante di Varignano). Sarebbe sufficiente che un qualsiasi lamporecchiano visionasse un consiglio comunale per trovare mille motivazioni per sfiduciare Giunta e Sindaco, seduta stante. Parlate di cittadini informati, come mai allora sul video dell'ultima seduta consiliare, su YouTube, ad oggi, sono stati disattivati i commenti? Non era mai successo. La vostra è una conduzione politica al capolinea anche dal punto di vista comunicativo.

Se poi perseguire l'interesse pubblico e fare opposizione lo definite "astio personale", allora voi vivete su un altro pianeta, in cui tutti dovrebbero tacere. Si capisce chiaramente perché vi piacciano le altre non opposizioni silenziose (Lega, Fratelli d'Italia, Centro Destra, PCI) che vi hanno salvato da una storica e possibile sfiducia che vi avrebbe mandato a casa, finalmente; vi unisce quel grande amore che non finirà mai tra destra, sinistra e comunisti nostalgici. Date retta, per coerenza, fate un'unica lista nel 2024, tutti insieme, dichiarate il vostro (legittimo) "amore" politico e di intenti.

Vorrei ricordare, però, che il vostro gruppo consiliare ha proposto, in tre anni, credo due sole mozioni, zero interrogazioni, stop: una sulla richiesta al Governo Draghi di abbassare l'IVA sugli assorbenti, l'altra per "condannare" l'assalto al Parlamento U.S.A. Sì, di fronte a questo scenario, è vero, ad una cittadino-consigliere potrebbe passare la voglia di venire in consiglio. Purtroppo per voi, non a me, avete sbagliato persona, bussato alla porta sbagliata, ve l'ho già detto mille volte, partecipo volentieri ai consigli, con passione, sono leale a quei cittadini che hanno tantissima voglia di vedervi all'opposizione (o a casa) e seguo la mia morale ed i miei principi, che non mi fanno abbassare lo sguardo mai, figuriamoci di fronte a voi; del resto, a differenza di molti, non sono mai mancato, studio i documenti, ho persone che mi danno una mano, produco atti, faccio interventi, esco sui giornali, sui social e parlo con la gente per informarla e per mettere a nudo tutta la vostra incapacità politica ed amministrativa...quindi, cari miei, è la "tempesta perfetta" che non avevate preventivato. In una parola faccio il mio dovere (che con voi diventa un grande piacere).

Sono venuto in consiglio comunale, lo sapete benissimo, anche nell'ultimo tragico anno di problemi di salute, gravissimi, accorsi a mia moglie, persino nelle giornate più nere della mia vita. Dire che non avrei più voglia di venire ai consigli, in virtù di quanto sopra, è un'affermazione vergognosa oltre che totalmente inesatta. Raccontatela ai vostri pochi tesserati.

Però, dato che mi reputo una persona ragionevole, vi propongo un accordo: voi tentate di amministrare bene il territorio (cioè l'opposto di quanto state facendo), fate buona politica (quindi non ci siamo, ad oggi), evitate le scelte che vi trascinano a giro per i tribunali della Toscana e di Roma (TAR, Consiglio di Stato), ponete in essere una comunicazione adeguata e non di facciata, non fuggite dalla cittadinanza, siate coerenti, ed io mi dimetto. E' chiedere troppo, vero? Allora resto.

Badate bene ho più a cuore io il Consiglio di tanti, depositari della verità assoluta che nessuno deve mai mettere in discussione (questa è la mentalità sul territorio), e questo proprio perché tengo in vita l'ultima speranza di Lamporecchio e cioè quella di avere una voce fuori dal vostro coro.

Non c'è astio in quello che dico, dal momento che, non scendendo mai sul piano personale, come voi fate spesso, non sto al pettegolezzo di paese, non ho vincoli di sorta con niente e nessuno e quindi sono libero; ebbene l'astio che mi volete attribuire ce l'avete voi perché vi dà estremo fastidio che qualcuno, per la prima volta a Lamporecchio, pubblicamente, in tutte le sedi, non sia allineato al vostro pensiero e non ragioni secondo logiche che non condivido minimamente. La libertà genera astio: la mia libertà, il vostro astio.

Andate voi a casa per il bene di Lamporecchio, prima di fare altri danni e ringraziate, più di quanto non abbiate già fatto, Lega, Fdi, Pci e soci, che vi hanno salvato per l'ennesima volta. Festeggiate tutti assieme....nei circoli ovviamente".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter