Menu
Cerca
LA LETTERA

Museo Marini, Pd: ecco cosa si chiedeva

Il capogruppo Pd: "Si chiedeva di prepararsi a sostenere con fondi del Comune l'apertura del Museo Marini e il sostegno ai lavoratori. Non si è mai ricevuta risposta".

Museo Marini, Pd: ecco cosa si chiedeva
Politica Pistoia, 01 Marzo 2020 ore 15:51

Il capogruppo del Pd in consiglio comunale a Pistoia, Walter Tripi, invia la lettera protocollata il 6 febbraio, in cui chiedeva intervento del Sindaco, senza mai ricevere risposta.

Museo Marini, Pd: ecco cosa si chiedeva

Duro attacco del Pd Pistoia al Sindaco riguardo al museo Marini e alla lettera a cui lo stesso primo cittadino non ha mai dato risposta.

"Con quella lettera si chiedeva di prepararsi a sostenere con fondi del Comune l'apertura del Museo Marini e il sostegno ai lavoratori. Non si è mai ricevuta risposta: oggi, però, il tema è attualissimo e il Sindaco deve immediatamente muoversi in questo senso."
E aggiunge:
"Il Sindaco si dimetta da Assessore alla Cultura. Non ha seguito a sufficienza questa vicenda, gli altri musei sono in calo. Adesso basta seguire questa delega avanza tempo: i cittadini meritano un Assessore vero alle politiche culturali".

La lettera

Riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera protocollata il 6 febbraio a firma del capogruppo del Pd Walter Tripi:
Gentile Sindaco,
quanto sta avvenendo in merito al Museo Marino Marini di Pistoia è gravissimo e
preoccupante, abbiamo avuto modo di confrontarci in merito più volte e altre occasioni
non mancheranno.
Questa mia ha come oggetto un aspetto specifico della vicenda, quello relativo alla
salvaguardia dei lavoratori.
Come sa bene, la Fondazione Marini ha già provveduto a interrompere il rapporto
lavorativo con due dipendenti che da anni prestavano servizio per questa importante
realtà. L'atteggiamento fin qui tenuto dalla medesima Fondazione di certo non concede
molte garanzie rispetto al prossimo futuro dell'attività e, di conseguenza, alla posizione
del resto del personale.
Vista la rilevanza che il Museo Marino Marini ha per la nostra comunità pistoiese, vista la
mobilitazione di tanta parte della cittadinanza per preservarne permanenza e attività,
ritengo opportuno suggerire di essere pronti a farsi carico direttamente, come
amministrazione comunale, di questo grave contesto, preparandosi a garantire, qualora
se ne presentasse la necessità, la prosecuzione dell'attività del Museo e i regolari orari di
lavoro dei dipendenti, a prescindere dalle decisioni che la Fondazione intenderà prendere.
Con l'auspicio che questa esigenza non si abbia a presentare, ritengo necessario
comunque predisporsi a qualunque atto formale, anche in rapporto con la Cooperativa
interessata, che, nei limiti di legge, sia possibile mettere in campo per garantire la
prosecuzione dell'attività e del lavoro dei dipendenti, ivi compresi eventuali atti di bilancio
necessari ad impegnare risorse dell'ente. Credo che le ragioni di interesse pubblico siano
più che evidenti.
Un cordiale saluto.
Il Capogruppo del Partito Democratico
Walter Tripi