La mozione del M5S fa rivoluzionare l’illuminazione pubblica a Pistoia

L'approvazione all'unanimità della mozione presentata dal capogruppo del M5S, Nicola Maglione, impegna l'amministrazione comunale ad avviare un cambio di marcia, e di risparmio di risorse pubbliche, per il Comune di Pistoia.

La mozione del M5S fa rivoluzionare l’illuminazione pubblica a Pistoia
Pistoia, 10 Gennaio 2020 ore 13:28

Il consiglio comunale, nella seduta di martedì 7 gennaio, ha approvato all’unanimità la mozione sulla riqualificazione dell’illuminazione pubblica cittadina presentata dal capogruppo del Movimento 5 stelle Nicola Maglione.

Illuminazione pubblica a Pistoia, si cambia con la proposta dei 5 Stelle

Il provvedimento impegna il sindaco e la giunta «affinché – come scritto nel documento – nelle more di un futuro potenziale inserimento della figura dell’energy manager, si dia il maggiore impulso possibile agli uffici per la valutazione delle varie offerte ed opportunità e di elaborare l’opportuna soluzione per questa Amministrazione avendo avuto, nell’apposita commissione, anche i dettagli dell’esperienza portata avanti dal sindaco Nogarin».

«Il provvedimento chiede di prevedere la riqualificazione dell’illuminazione pubblica – ha spiegato durante il suo intervento in consiglio comunale il capogruppo del Movimento 5 stelle Nicola Maglione – Si tratta di una delle voci di spesa più importanti e pesanti del bilancio comunale. Nella mozione si chiede di vedere quelle che possano essere le soluzioni per abbattere, in modo considerevole, questa enorme voce di spesa. E le soluzioni esistono. Nel documento, infatti, si richiama l’esperienza fatta in una città, quella di Livorno, a noi più vicina tra le città ad avere iniziato questo percorso. La riqualificazione dell’illuminazione pubblica ha un risvolto in ambito economico, ambientale – un minore consumo implica anche un minore inquinamento -, di decoro urbano e di sicurezza. Una città adeguatamente illuminata è più bella, più vivibile e più sicura. Con la riqualificazione dell’illuminazione pubblica si può arrivare a risparmiare percentuali intorno al 70%, risorse che potrebbero essere investite dall’Amministrazione per tante opere da realizzare».

«Il cuore della prossima manovra finanziaria del Governo, come riportato dalla stampa, sarà il “green new deal” – ha spiegato in aula il capogruppo di Fratelli d’Italia Lorenzo Galligani – da 33 miliardi di euro in 15 anni. Le modalità di erogazione delle risorse sono, ovviamente, allo studio, ma è una notizia di cui dobbiamo tenere conto nell’orientare le prossime scelte strategiche. Per quanto riguarda l’ammodernamento della rete di illuminazione pubblica, il fatto che vengano messe a disposizione risorse dalla finanziaria, anche per l’efficientamento energetico dei Comuni, è importante per darà la possibilità di attingere, tramite bando, a risorse. Pertanto il “green new deal” è un elemento in più sul quale confrontarsi per orientare le nostre scelte. Credo che il project financing e la progettazione interna andranno decise in base al“green new deal”. Accolgo, pertanto, positivamente il segnale dato dalla mozione, con la riserva di decidere con quale modalità realizzare il progetto in base a quelli che saranno gli sviluppi».

LEGGI ANCHE: Ispettori ambientali, ecco il primo bilancio del Comune di Pistoia

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei