Politica
Quarrata

Mearelli: «Il futuro con i fondi del Pnrr»

Mearelli: «Il futuro con i fondi del Pnrr»
Politica Pistoia, 15 Maggio 2022 ore 14:30

«Per quel che mi riguarda, ho fatto il massimo in un periodo storico non facile. Di carne al fuoco però ce n’è ancora tanta: penso soprattutto ai fondi del Pnrr, che promettono di essere decisivi per la Quarrata del domani. A tal proposito ci siamo già mossi da tempo e restiamo in attesa di ulteriori riscontri positivi». L’assessore alle risorse economiche Patrizio Mearelli ha così tracciato un bilancio del suo quinquennio in giunta. Eletto cinque anni fa con 172 preferenze nella lista del Partito Democratico, l’assessore uscente mira al “bis”, alla riconferma dell’assessorato. Si è intanto ricandidato nella lista dei “dem” (dei quali rappresenta ormai uno degli elementi più esperti dell’elenco) a supporto del candidato del centrosinistra e vicesindaco Gabriele Romiti.
Prima di guardare avanti però, c’è tutto il tempo di tirare le somme su quanto fatto dal 2017 ad oggi. «La soddisfazione più grande? Gli investimenti in termini infrastrutturali sullo sport, anche se lo scoppio della pandemia ha ridotto considerevolmente le entrate dei Comuni e limitato il margine di manovra. Soprattutto nella prima fase – ha aggiunto – abbiamo realizzato il nuovo plesso di Santonuovo, portato a termine gli spazi comuni dell’Olimpia, stiamo costruendo gli spogliatoi a Vignole. Ho poi dato mandato di effettuare un'indagine conoscitiva sulle realtà della Piana ed è emersa l'esigenza di un'impiantistica un più sviluppata, per ospitare eventi regionali e nazionali. Quarrata potrebbe essere un punto di riferimento.
Sotto questo profilo, Mearelli ha una proposta: un “campus sportivo”. «Sarebbe bello creare una zona capace di comprendere concentrare più discipline sportive, meglio se accanto ad un complesso scolastico – le sue parole – così come sarebbe interessante riproporre l’idea di una polisportiva a livello comunale, interrottasi nel 2019. Piani a cui stiamo lavorando da tempo e che abbiamo sottoposto anche alle varie società, in attesa di un parere da parte loro. Un’operazione sicuramente complessa, a partire dal reperimento delle risorse necessarie, ma a mio modo di vedere i risultati sarebbero concreti e duraturi».
Senza dimenticare il bilancio. «Governare non è stato facile sul piano economico, dal 2020 in poi. Anche le imprese hanno purtroppo subìto gli effetti della crisi pandemica, pur attenuati dagli interventi che abbiamo messo in campo – ha affermato Mearelli rivendicando poi l’ingresso in So.Ri – in questa fase storica, gli enti sono in difficoltà nel recupero del credito. Siamo fiduciosi, So.Ri. ha già ottenuto risultati positivi e abbiamo affidato alla società circa tre milioni di euro di crediti non ancora riscossi. Una cifra importante, che se recuperata verrebbe spesa a beneficio della collettività». La parola d’ordine, ad ogni modo, sarà una su tutte: “continuità”. «Ho cercato di portare avanti nel migliore dei modi il mio incarico – ha concluso – e per quanto le cose da fare per il futuro non manchino, credo che un’impronta sia stata lasciata».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter