Politica
gli esiti dell'incontro

L'incontro a Pistoia fra Confcooperative Toscana Nord e la candidata sindaca Federica Fratoni

Dopo il sindaco Tomasi, Confcooperative Toscana Nord ha incontrato anche Federica Fratoni, candidata sindaca per il centrosinistra a Pistoia, per analizzare le tematiche legate alla cooperazione.

L'incontro a Pistoia fra Confcooperative Toscana Nord e la candidata sindaca Federica Fratoni
Politica Pistoia, 17 Maggio 2022 ore 07:55

In vista delle elezioni del 12 giugno Confcooperative Toscana Nord ha incontrato la candidata a sindaco di Pistoia, Federica Fratoni. L’incontro di oggi, dopo quello della scorsa settimana con Alessandro Tomasi, si è svolto a Pistoia nella sede della Coop sociale gruppo incontro.

Gli esiti dell'incontro fra Confcooperative e Federica Fratoni, candidata sindaca a Pistoia

“Sia da presidente della Provincia che da assessora e consigliera regionale il mio confronto con il mondo delle Cooperative è sempre stato assiduo e aperto al confronto – ha dichiarato la candidata per il centrosinistra, Federica Fratoni – ritengo che la cooperazione sia determinante per garantire la qualità dei servizi alla cittadinanza, per favorire l'inserimento di soggetti svantaggiati nel mondo del lavoro e per la difesa dei territori più marginali anche attraverso esperienze recenti come quelle delle Cooperative di Comunità sostenute dalla Regione Toscana. Il nuovo strumento, poi, della legge regionale sul terzo settore ci consentirà di co-progettare in modo innovativo il futuro a partire da una chiara fotografia delle attuali esigenze territoriali e delle opportunità in campo". Fratoni ha poi detto che “il lavoro fatto in Regione è notevole” e che “adesso serve lo sprint finale sul locale e siamo pronti a questo passo importante da attuare anche su Pistoia. Non dimentichiamoci - ha aggiunto - quelle che sono le prospettive che il Pnrr consente per progetti di rigenerazione urbana che possono portare allo sviluppo di un vero e proprio sistema territoriale virtuoso dal centro alla montagna; resta fondamentale il ruolo che il mondo cooperativo dovrà continuare ad assolvere per quanto concerne il sistema di accoglienza, sempre più decisivo e delicato di fronte alle gravi emergenze umanitarie che coinvolgono anche Pistoia”.

Tra i presenti anche Annalisa Primavera, presidente della cooperativa sociale Quadrifoglio, e candidata al Consiglio comunale nella lista del Pd.

“La cooperazione - ha detto Primavera - è chiamata a dare un forte contributo alla tenuta socio economica di Pistoia, perché è proprio dai valori fondanti del fare cooperazione che possiamo costruire un modello di servizi e di impresa adeguato ai cambiamenti. Abbiamo sotto gli occhi le conseguenze che l’economia speculativa produce sulle fasce più deboli della popolazione e per contrastare il progressivo peggioramento della qualità della vita dobbiamo proporre un nuovo approccio basato sull’economia civile di cui la cooperazione è portabandiera. A livello comunale tale proposito di può declinare concretamente puntando con decisione sulla sanità di prossimità, anche coinvolgendo il terzo settore; stimolando la costruzione di progetti dal basso che permettano alle forze sane della comunità pistoiese di portare il loro enorme bagaglio di esperienza pratica; facilitando l'accesso ai servizi telematici a coloro che non sono alfabetizzati, con un servizio di assistenza. Il tutto in città, ma anche e soprattutto nelle frazioni più svantaggiate e in tutti i settori compreso quello culturale e sportivo”. Primavera ha poi sottolineato l’importanza “di far valere l’idea di una comunità allargata, integrata e inclusiva che porta con sé una visione generativa che si può realizzare solo attivando azioni di co-programmazione, co-progettazione e co-gestione. Solo così è possibile sviluppare processi di cambiamenti veri e duraturi nel tempo”.

Fabrizia Fagnoni, vice presidente di Confcooperative Toscana Nord e presidente territoriale di Pistoia ha posto l’accento sull’importanza di “una gestione innovativa delle nostre città. E’ necessario mettere in campo al più presto una gestione condivisa di servizi e progetti che crei sinergie innovative tra le amministrazioni locali, la pubblica amministrazione e le forze sul territorio”. Fagnoni ha poi spiegato che gli incontri con i candidati vogliono mettere sul tavolo i temi che più stanno a cuore al mondo della cooperazione.

“Tra questi la formazione dei giovani, i progetti turistici che guardano al viaggiare lento e alla valorizzazione dei cammini, il lavoro da fare per un sistema di welfare più efficace e la collaborazione per lo sviluppo e la tutela delle aree interne. Durante i suoi anni come assessore all’ambiente e ora come consigliera regionale Pd - ha concluso Fagnoni - Federica Fratoni ha sempre avuto un orecchio attento a questi temi, quindi, auspico che la sua attenzione resti alta e dia i frutti che noi tutti speriamo”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter