Menu
Cerca

Le Fornaci, Grasso (Italia Viva): “Serve favorire la locazione dei fondi ancora sfitti in piazza Mandela per creare nuove attività”

Favorire l’imprenditoria per far nascere attività ricreative come pub, e necessarie come gli studi medici. Ad oggi esiste solo l’attività farmaceutica in quella piazza

Le Fornaci, Grasso (Italia Viva): “Serve favorire la locazione dei fondi ancora sfitti in piazza Mandela per creare nuove attività”
Politica Pistoia, 21 Aprile 2021 ore 12:15

«Le PMI sono una risorsa economica importante sia a livello locale sia regionale. Esse rappresentano la struttura portante dell’intero nostro sistema produttivo nazionale, a tutela e per favorire il Made in Italy e in particolare il Made in tuscany, la regione a cui appartengo e che si può considerare fiore all’occhiello nel mondo» afferma il Capogruppo di Italia Viva, Giovambattista Grasso. «Ovvio che vi siano da compiere sforzi ed avviare percorsi nella direzione di supportare le tante imprese e l’artigianato, motore primo del nostro MadeIn – prosegue Grasso – ad esempio intervenendo sull’area Le Fornaci, a cui recentemente ho fatto visita, assieme ad altre forze politiche». «Personalmente e come esponente IV, sono a favore dell’artigianato locale, e nel favorire la filiera corta dell’agroalimentare con prodotti tipici, come suggerito dal documento approvato recentemente in CC, presentato da Forza italia, perché bisogna guardare ai mercati rionali, sostenendoli e aumentandone attrattività. Essi sono realtà importante in tante parti della nostra regione» – continua il consigliere comunale Grasso.

La proposta

«Come Italia viva la nostra proposta è di favorire la locazione dei fondi ancora sfitti in piazza Mandela, magari con contributi da parte del comune per quanto riguarda gli affitti. Favorire l’imprenditoria per far nascere attività ricreative come pub, e necessarie come gli studi medici. Ad oggi esiste solo l’attività farmaceutica in quella piazza. Insomma serve creare attività che lavorino durante tutta la settimana, non solo i giorni di mercato. Così facendo si riqualifica un quartiere e si crea attrattività anche da fuori città.» – conclude Grasso.