Politica
CRONACA

L'Associazione Bottegone Spazio Aperto raccoglie quasi 900 firme per avere un Polo Socio-Sanitario a Bottegone

A questa richiesta, cui ha lavorato anche il consigliere comunale Walter Tripi che è tra i firmatari, seguirà un contatto che l'Associazione vuole tenere con il territorio per informare e raccogliere idee.

L'Associazione Bottegone Spazio Aperto raccoglie quasi 900 firme per avere un Polo Socio-Sanitario a Bottegone
Politica Pistoia, 05 Novembre 2021 ore 09:55

"Abbiamo protocollato quasi 900 firme (quasi 600 sulla piattaforma online, le altre in cartaceo: numero protocollo 121090 del 29/10/21) a sostegno della nostra proposta per avere un Polo Socio-Sanitario a Bottegone. Un risultato enorme, ottenuto in pochi giorni e senza particolare pubblicità: segno di quanto questa esigenza sia fortemente sentita dalla cittadinanza".

A questa richiesta, cui ha lavorato anche il consigliere comunale Walter Tripi che è tra i firmatari, seguirà un contatto che l'Associazione vuole tenere con il territorio per informare e raccogliere idee.

La richiesta dell'Associazione

"La nostra frazione è popolosissima e ha caratteristiche sociali variegate: oggi si trova ad avere un CUP in una situazione non idonea e che rischia, da un giorno all’altro, di venire meno per ragioni strutturali. È un rischio che non possiamo correre, a maggior ragione oggi che Bottegone è oggetto di riqualificazione grazie al Bando Periferie: pensiamo davvero che non ci possa essere riqualificazione senza servizi socio-sanitari, e al tempo della pandemia questo è ancora più chiaro."

"La nostra raccolta firme ha già sortito i suoi effetti, visto che dalla Regione sia l’Assessore alla Sanità che alcuni consiglieri hanno dimostrato la propria volontà di sostenere questa richiesta.

Adesso, però, serve concretezza e non vorremmo che tutto questo finisse solo in buoni auspici: vorremmo conoscere quanto prima i dettagli di questa eventuale realizzazione, comprese le tempistiche e il luogo. Fino a che non avremo questi elementi, continueremo a farci sentire, sollecitare e tenere contatti con i cittadini.

Ci sembra necessario, considerato anche che il percorso partecipativo e informativo verso i cittadini ad oggi non è stato sufficiente.

Al tempo stesso, non ci siamo dimenticati delle altre proposte concrete che abbiamo avanzato ormai quasi due anni fa: spazi verdi a tema, attività per i giovani, promozione sportiva.", conclude l'Associazione Bottegone Spazio Aperto.