Politica
la prima seduta

Insediato il consiglio comunale di Pistoia. Fratoni (PD): "Opposizione leale e costruttiva"

Seduta d'apertura di legislatura per il consiglio comunale a Pistoia: dopo la riconferma come Presidente di Emanuele Gelli (Ale Tomasi Sindaco), la discussione sul programma di governo del primo cittadino: queste le impressioni della capogruppo d'opposizione.

Insediato il consiglio comunale di Pistoia. Fratoni (PD): "Opposizione leale e costruttiva"
Politica Pistoia, 12 Luglio 2022 ore 08:47

Le priorità del prossimo mandato amministrativo espresse dalla neo-capogruppo del Pd in consiglio comunale a Pistoia, Federica Fratoni. Nel pomeriggio di lunedì 11 luglio si è insediato il nuovo consiglio comunale di Pistoia ed è stata l’occasione per il debutto del gruppo del Partito Democratico per una prima prova d’aula. Otto membri in tutto, con Federica Fratoni che sarà la capogruppo in questa legislatura.

Le criticità espresse al sindaco da parte di Fratoni (Pd)

«Per questo debutto mi sarei aspettata parole diverse da parte del sindaco, improntate sulla prospettiva – ha affermato in aula Federica Fratoni – che magari ci dicesse qual è la Pistoia che immagina non nel 2027 ma nel 2057, davanti ai problemi epocali, ma anche alle straordinarie opportunità che ci si parano davanti. Ci sono stati vari passaggi del programma proposto dal riconfermato primo cittadino che saranno sicuramente oggetto di discussione in questi mesi a partire dai temi delle comunità energetiche che un tempo venivano sbeffeggiate e adesso sono inserite fra i punti da realizzare. Per non parlare dell'invaso di Gello, ricordato proprio in queste ore anche dall’assessore Bartolomei a proposito dell'emergenza siccità, per il quale nonostante le risorse stanziate da diversi anni manca ancora la progettazione. Come il parco a sud che lo si continua a relegare a mera cassa d’espansione quando invece rappresenta lo sviluppo del più grande polmone verde della città.
Le sfide per sono davvero tante e, va detto, che finora sui fondi del Pnrr non è che l'amministrazione ha brillato: dal Pinqua al Villone Puccini, al Manzoni, molti bandi sono stati mancati e sul finanziamento di San Lorenzo ricade una grande incognita. Si parla di avere una visione che, almeno oggi, non vediamo da parte di chi deve prendere decisioni. Altri temi sono stati affrontati dal sindaco e diventeranno punti fondamentali nell’immediato futuro: da Bottegone all’ex Breda, dal Piano urbano per la mobilità sostenibile( Pums), riapparso dopo che per cinque anni se ne erano perse le tracce. E poi i temi della destinazione del Dano, la Multiutility ed i progetti culturali e turistici.
Serve un sindaco che sia manager per la nostra città ed è per questo che noi faremo una opposizione leale e costruttiva, garantendo il nostro appoggio su temi che serviranno per far crescere Pistoia ma saremo fermi quando vedremo che si vorrà perseguire qualcosa di differente dall’interesse della collettività».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter