Prosegue la polemica

Immigrati a Lizzano Pistoiese, anche “Cambiamo! Con Toti” tuona contro il Comune

Anche "Cambiamo! Con Toti" scende in campo nel dibattito sull'accoglienza dei migranti a Lizzano Pistoiese: "Nella Giunta si trincerano ancora dietro la scusa del razzismo".

Immigrati a Lizzano Pistoiese, anche “Cambiamo! Con Toti” tuona contro il Comune
Montagna, 03 Agosto 2020 ore 15:12

La situazione dell’accoglienza dei migranti al centro di Lizzano Pistoiese continua ad essere incandescente sulla montagna: tocca anche a “Cambiamo! Con Toti!” dire la loro in merito a quanto emerso dopo l’ultimo consiglio comunale.

Immigrati a Lizzano Pistoiese, la posizione di “Cambiamo! Con Toti”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso dal referente della Montagna Pistoiese per “Cambiamo! Con Toti” Marco Poli in merito al dibattito in essere sul centro di accoglienza nell’ex scuola elementare di Lizzano Pistoiese. Un ampio approfondimento è presente anche sul numero in edicola da venerdì 31 luglio del GIORNALE DI PISTOIA E DELLA VALDINIEVOLE e che vi invitiamo a leggere.

Si può solo rimanere basiti dall’ultimo consiglio comunale di San Marcello Piteglio, nello specifico sul punto 12 riguardo il centro profughi di Lizzano P.se. La maggioranza è imbarazzante in quasi tutti i consigli comunali, ma credo che quanto visto giovedì scorso sia stato uno dei peggiori di sempre. Se solo dopo quanto successo in tempi recenti : una raccolta firme degli abitanti, due comunicati stampa del Centrodestra congiunti, una mozione del gruppo consiliare Futuro Civico, (sorvolando quanto successo negli anni precedenti) la maggioranza si trincera ancora dietro la scusa del razzismo, vuol dire che non ci ha capito nulla.

Il sottoscritto nel corso degli anni ha fatto diverse operazioni su quel centro: un esposto sulle fognature (andato a segno in quanto sono state rifatte), vari comunicati stampa, due visite (una con l’allora sottosegretario Picchi), e vari colloqui con autorità e cittadini. Ma non sono mai intervenuto su altre realtà del comune: Mammiano , Prunetta, Maresca (anche se qui sono stati veramente poco),ecc…per il semplice motivo che lì i disagi praticamente non esistevano, in quanto si parlava di poche persone,in paesi con numero di abitanti che viaggiava sulle 3 cifre. Che era poi lo spirito che dell’accordo che fece l’ex ministro Minniti con Anci, stabilendo che i profughi dovessero essere il 2,5 per mille abitanti.

Questo per evitare il formarsi dei disagi di cui Lizzano P.se è un perfetto esempio, ma giusto per questo lo stesso Minniti fu additato come fascista anche da esponenti del Centrosinistra. La maggioranza dovrebbe riflettere su queste cose, ma visti gli interventi credo non ci sia la volontà di farlo. Qui mi fermo per non dilungarmi, anche se ci sarà tempo e modo per dire altre cose. Intanto ringrazio il gruppo consiliare “Futuro Civico” per aver portato il problema in consiglio comunale. Continuerò insieme al mio partito e agli alleati a stare dalla parte degli abitanti di Lizzano P.se , che non saranno abbandonati.

LEGGI ANCHE: Fratelli d’Italia e la loro posizione in merito a Lizzano Pistoiese

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità