POLITICA

Il PD comunale unito: "Con Tomasi la città è meno sicura e controllata, servono progetti e idee nuove e non slogan"

Comunicato stampa congiunto della Segreteria Comunale e dei Segretari dei 17 Circoli PD della città

Il PD comunale unito: "Con Tomasi la città è meno sicura e controllata, servono progetti e idee nuove e non slogan"
Politica Pistoia, 16 Giugno 2021 ore 16:23

Il PD Pistoiese esprime tutta la sua preoccupazione per un diffuso disagio sociale che sfocia sempre più spesso in atti di violenza o vandalismo. In campagna elettorale la destra cittadina aveva promesso di impegnarsi per rendere Pistoia più sicura, tavolta dipingendola come un Far West che non è mai stata. Alla fine, sono riusciti a crearlo loro.

"Pistoia meno controllata ora"

"Pistoia è meno sicura e meno controllata da quando l'amministrazione Tomasi governa. A dirlo sono le cronache e i fatti, nonostante talvolta la maggioranza consiliare tenti di vendere come vittorie straordinarie alcuni provvedimenti del tutto inutili e affatto incisivi. Un proliferare di baby gang e di episodi di violenza, basti pensare ai recenti fatti di via Frosini e non solo, testimoniano dell'incapacità di questa giunta di promuovere azioni preventive di aggregazione e solidarietà sociali capaci di stimolare senso di appartenenza anche in quelle frange più marginalizzate della popolazione. Soprattutto, una costante sensazione di mancato controllo del territorio: davanti alle scuole, sulle strade, nelle nostre frazioni.

Il rapido declino che ha interessato la nostra città, lo ribadiamo, è frutto dell'inadeguatezza di molte delle scelte di questa giunta, che finora si è preoccupata di spendere 80mila euro di soldi pubblici per una stazione mobile inutile, emettere provvedimenti-spot sulla videosorveglianza centralizzata e lanciare strumenti di propaganda creativa come il daspo urbano, invece di rafforzare l'organico della polizia municipale, aumentare i controlli nei punti focali dell'aggregazione giovanile e curare il decoro del centro storico e delle periferie. Polizia Municipale che, lo vogliamo chiarire, fa il possibile e anche di più, con l'organico e le possibilità che ha a disposizione.

Anche il clima tuttora pesante nella zona di Vicofaro va sottolineato: ma non era l'amministrazione Tomasi quella che avrebbe preso in mano la situazione? Si è deciso di non giocare alcun ruolo in quella situazione: forse è comodo utilizzare quel clima per la propria campagna elettorale? Anche in questo caso, solo promesse vuote, slogan e poco altro.

Il Partito Democratico di Pistoia si dichiara pertanto estremamente preoccupato per un controllo del territorio che ormai è da considerarsi perso: la città non è mai stata così insicura, i cittadini non sono mai stati così preoccupati. E ha dell'incredibile il fatto che tutto ciò sia accaduto con un’Amministrazione che sui temi della sicurezza e del decoro urbano ha costruito la propria narrazione politica.

Ci stiamo adoperando, attraverso il nostro percorso programmatico e di confronto con la città, per dare a Pistoia una prospettiva migliore su questo come su altri temi: meno foto di gruppo e più atti concreti, coinvolgimento delle realtà del territorio per il controllo di vicinato, coinvolgimento più forte delle scuole, partecipazione a bandi con progetti adeguati e innovativi per offrire anche ai piccoli gruppi, giovanili e non, sempre più marginalizzate dalla crisi economica e pandemica, spazi per attività creative e non solo consumo di bevande, ricordando che prevenire è sempre meglio che curare.

Caro Tomasi, il momento delle promesse è finito", conclude il Pd.