Politica
Pistoia

Il candidato sindaco Francesco Branchetti presenta due liste a suo sostegno in Piazza della Sapienza

Il candidato del polo ecologista e progressista Francesco Branchetti ha scelto Piazza della Sapienza e le logge della Biblioteca Forteguerriana per presentare i simboli di due liste promosse a suo sostegno dalle forze politiche ambientaliste e di sinistra: Verdi – Europa Verde e Sinistra per Branchetti – Pistoia Progressista Ecologista.

Il candidato sindaco Francesco Branchetti presenta due liste a suo sostegno in Piazza della Sapienza
Politica Pistoia, 23 Aprile 2022 ore 21:51

Il candidato sindaco Francesco Branchetti presenta due liste a suo sostegno in Piazza della Sapienza

Dopo Piazza Giovanni XXIII, il candidato del polo ecologista e progressista Francesco Branchetti ha scelto Piazza della Sapienza e le logge della Biblioteca Forteguerriana per presentare i simboli di due liste promosse a suo sostegno dalle forze politiche ambientaliste e di sinistra: Verdi – Europa Verde e Sinistra per Branchetti – Pistoia Progressista Ecologista.

La presentazione della lista ecologista e ambientalista, che presenta il simbolo nazionale Verdi – Europa Verde, è stata accompagnata dalla presenza di un mappamondo con scritto "There is no Planet B / Non c'è un pianeta B".

Un riferimento alle istanze dei movimenti contro la crisi climatica, come Fridays for Future, e un richiamo alla necessità di adottare un approccio ecologista nelle scelte urbanistiche e infrastrutturali, così come della mobilità e per lo sviluppo economico.

Le forze politiche e civiche della sinistra (Sinistra Civica Ecologista, Sinistra Italiana, Articolo Uno, Rifondazione Comunista) hanno presentato la lista unitaria Sinistra per Branchetti - Pistoia ecologista progressista.

Caratterizzata, a partire dalla scelta del simbolo (l'immagine di tutto il territorio comunale e una mongolfiera arcobaleno) per l'impegno ad affrontare le disuguaglianze, sociali e territoriali, anche attraverso un rafforzamento dei servizi pubblici.

E per riaffermare il ruolo di politiche amministrative ispirate da una visione d'insieme della città.

L'iniziativa è stata anche l'occasione per affermare l'importanza delle politiche culturali nel progetto del polo progressista ecologista

L’intervento del candidato

“Ha ragione una certa destra che dice che 'con la cultura non si mangia': hanno perfettamente ragione, perché con la cultura non si mangia, ci si nutre. - ha detto nel suo intervento il candidato sindaco Branchetti - Nutrendosi si cresce e ci si evolve e da una dimensione di dipendenza si arriva a una dimensione di autonomia. Nella vita questo significa spesso riuscire a compiere il difficile passaggio dall'essere sudditi di qualcuno o qualcosa a cittadini, cittadini liberi di scegliere.”

“Una città che è stata Capitale della Cultura - ha proseguito Branchetti - deve avere la capacità, nonostante il sonnifero culturale elargito da questa destra di governo, di mettere a disposizione dei cittadini strumenti e possibilità per superare le disuguaglianze: per conservare e valorizzare il nostro patrimonio culturale, a partire dal rapporto fra le opere di Marino Marini e la città, e per soluzioni innovative che guardino alla rigenerazione urbana e culturale di spazi della città.

Promuovendo una più ampia fruizione dei beni e delle attività culturali del territorio da parte dei pistoiesi e per riconoscere la cultura come diritto di cittadinanza. E investendo in innovazione e nei centri di produzione artistica. Per questo il Comune deve recuperare il suo ruolo di coordinamento e indirizzo in ambito culturale, ad esempio per dare più respiro a una regia pubblica nel coordinamento delle espressioni della cultura musicale della città.”

“Oggi - ha quindi concluso il candidato sindaco - presentiamo due liste, promosse dalle forze politiche che hanno dato vita al polo progressista ed ecologista, con cui mettiamo le basi di un progetto politico aperto.

E auspichiamo che altre esperienze civiche e progressiste possano far parte della nostra coalizione e contribuire alla costruzione di ciò che riteniamo giusto: una politica aperta ed inclusiva, che immagini per il futuro una comunità davvero solidale e che sappia prendersi cura degli altri.”

Seguici sui nostri canali