Reazione politica

Torselli (Fdi) contro l'assessore Bezzini: "Zone rosse? Smentito dai fatti, chieda scusa ai pistoiesi"

Di fronte alle recenti dichiarazioni dell'assessore regionale alla sanità Simone Bezzini su possibili "zone rosse" in provincia di Pistoia, ecco l'affondo del capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio regionale Francesco Torselli.

Torselli (Fdi) contro l'assessore Bezzini: "Zone rosse? Smentito dai fatti, chieda scusa ai pistoiesi"
Politica Pistoia, 19 Febbraio 2021 ore 19:38

Una breve nota diffusa da Fratelli d'Italia da parte del capogruppo in consiglio regionale, Francesco Torselli, in merito alle dichiarazioni degli ultimi giorni dell'assessore alla sanità Simone Bezzini e le ricadute interpretate a livello locale fra Siena e Pistoia.

Fratelli d'Italia si scaglia contro l'assessore Simone Bezzini

“Che l’assessore Bezzini non avesse una formazione in campo medico lo sapevamo, ma non ci aspettavamo che non fosse capace di misurare le parole. Negli ultimi giorni ha seminato il panico tra Siena e Pistoia dicendo che c’era la possibilità di istituire delle zone rosse locali. L’assessore è del tutto inadeguato ad occuparsi di un settore così delicato nel bel mezzo di una pandemia mondiale. Ma non lo sa che ogni volta che si parla di zona rossa si genera timore nella popolazione e conseguentemente ne risentono le attività commerciali e della ristorazione?”.

E’ la denuncia di Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale.

“L’assessore ha giustificato l’istituzione di zone rosse dicendo che l’aumento dei positivi era dovuto alla presenza di varianti del Coronavirus. E’ poi arrivata una netta smentita della Asl Toscana Centro. L’azienda afferma che in provincia di Pistoia il numero di contagiati è salito perché sono stati fatti più tamponi e che sul territorio c’è solo una persona affetta dalla variante inglese. L'assessore è stato smentito anche dal Presidente Giani che ha escluso la possibilità di istituire zone rosse. Complimenti Bezzini! Fossi in lui chiederei scusa ai pistoiesi e farei un passo indietro”.