POLITICA

Forza Italia "abbandonata" a Montecatini: parlano Boni e l'ex assessore (ed ex leghista) Volpi

"Il partito resiste con il suo Vice Sindaco Francesca Greco, il suo ottimo lavoro e la rinnovata stima del sindaco"

Forza Italia "abbandonata" a Montecatini: parlano Boni e l'ex assessore (ed ex leghista) Volpi
Politica Valdinievole, 15 Settembre 2021 ore 11:27

Da tempo aleggiava l’intenzione di taluni esponenti del nostro gruppo di lasciare questo partito per passare in Lega. "Diciamo da quando l’esponente in carica a Forza Italia, poco dopo venir eletto, decise di lasciarci. Parlo di Maurizio Carrara. Oggi arriva la conferma di Alberto Lapenna (uno dei fondatori del partito a livello locale, a lungo coordinatore provinciale) oltre che esponente di spicco in città, Giovanni Spadoni (presidente del consiglio comunale e Alessio Riccomi. Tengo a sottolineare alcune cose fondamentali, che le testate giornalistiche non riportano fedelmente". A parlare è il coordinatore provinciale di Forza Italia Boni.

La protesta

"Si legge di tre i consiglieri che lasciano il partito. Possiamo dire che l’unico effettivamente in carica a Forza Italia è Spadoni. Due erano già usciti. Riccomi dirigente di FI? Non mi risulta. Tant’è che pochi mesi fa espresse tramite il social più in uso, la affezione a Azione pubblicando una card. Eh, probabilmente risalente a quando l’On. Carrara aveva la stessa intenzione, prima di accettare altre proposte, probabilmente di suo maggior interesse.

Gli altri due consiglieri eletti erano usciti due anni fa, proprio in antitesi a quanto effettivamente oggi emerge, in contrasto con il Sindaco Baroncini, non certo con Forza Italia.

Detto ciò, Forza Italia a Montecatini c'è con il suo Vice Sindaco Francesca Greco, il suo ottimo lavoro e la rinnovata stima del Sindaco espressa nei giornali proprio oggi. E c’è nel nostro territorio con molti militanti, consiglieri e dirigenti che stanno lavorando e mettendo in campo competenze e dedizione.

Non c’è da parte mia alcuna accusa, solo rammarico. Perché quando qualcuno lascia una strada, ci si chiede sempre il perché. Ciò non significa che sia sempre responsabilità del gruppo politico, talvolta lo è della persona che decide di cambiare strada per motivi suoi che qui non sono in discussione.

Scrivo queste righe perché come Coordinatore provinciale per me oggi è una brutta pagina politica, ma so di avere accanto persone capaci per continuare con sempre più forza e determinazione. E coì faremo, assieme alla guida sapiente del nostro coordinatore regionale Sen. Mallegni".

L'ex assessore Volpi ed ex...della Lega

antonella volpi

"La politica non è dei puri, non è degli onesti, non è per chi ha veramente a cuore il bene del tessuto socio economico nel quale è cresciuta e vissuta. Sono entrata in politica da neofita, seguendo una fede e il carisma di un leader che in quel momento mi ha spinta a perseguire un ideale e tale sono rimasta. Poi, forse proprio perché seguìto con tanta passione, diventava bi-partisan e veniva apprezzato trasversalmente da tutti, forse perché
in quell’ideale sta il vero interesse della gente, al di là delle logiche di partito e degli inciuci - dice l'ex assessore Volpi, che fu sostituita da Pinochi un anno fa - Oggi da tutto questo ne esco ferita e delusa , ma a testa alta. Nonostante la scelta "strategica " della mia defenestrazione fatta ad ottobre 2020 dal sindaco Luca Baroncini (appoggiato evidentemente dalla Lega per motivazioni ancora da scoprire ai non addetti ai
lavori ..) ho continuato a credere nel mio partito fino ad oggi . Esclusa da qualsiasi forma dalla politica locale, senza alcuna scusa , ufficiale o ufficiosa da parte di alcuno , esiliata in altra sezione (Pistoia) , perchè la mia presenza , era scomoda ai restanti .. ma fortificata dall’affetto e dalla gratitudine di chi mi ha voluto e votato . Saranno proprio quelli che oggi si rammaricheranno per questa scelta, pur capendo che il mio
impegno è stato sopraffatto dalla cattiva politica che porta inevitabilmente al tramonto degli ideali. Lascio un partito che mi ha fatto sognare e i bei sogni ti spingono ad un impegno totale, salvo che poi diventino incubi dai quali ti risvegli in affanno, ben sapendo che chi ti ha voluta e guidata non ti rappresenta più perché i tuoi ideali sono stati sostituiti da una corsa al potere e agli interessi personali che travolge tutto e tutti, da “ magici” trasformismi.. e allora capisci che questo partito non è più casa tua, che la tua vita è altrove, sicuramente fuori da questa politica e da questo partito…"