Politica
POLITICA

Ecco i cinque candidati sindaci del Pd in provincia

A scendere in campo per il PD sono Federica Fratoni a Pistoia, Federico Bruschi a Marliana, Gabriele Romiti a Quarrata, Luca Marmo a San Marcello Piteglio e Sandro Cioni a Serravalle Pistoiese. Di seguito le dichiarazioni dei candidati.

Ecco i cinque candidati sindaci del Pd in provincia
Politica Pistoia, 09 Aprile 2022 ore 19:37

La squadra del Partito Democratico è pronta alla sfida elettorale. I cinque candidati sindaci del centrosinistra nei Comuni al voto,
all’indomani dell’assemblea provinciale che li ha acclamati, si sono presentati insieme nella sede di Bonelle, dove hanno illustrato le
proprie proposte accompagnati dal segretario provinciale Pier Luigi Galligani. “La nostra comunità è rappresentata in tutti i territori da
candidati forti e autorevoli - ha esordito Galligani - abbiamo programmi costruiti sulla base del confronto e dell’ascolto. Niente soluzioni
estemporanee, ma progetti seri con al centro i valori dello sviluppo, della giustizia e della solidarietà”.

A scendere in campo per il PD sono Federica Fratoni a Pistoia, Federico Bruschi a Marliana, Gabriele Romiti a Quarrata, Luca Marmo a San
Marcello Piteglio e Sandro Cioni a Serravalle Pistoiese. Di seguito le dichiarazioni dei candidati.

Fratoni

«Ci presentiamo agli elettori - ha detto Federica Fratoni - con proposte sul lavoro, sulle nuove competenze, sull’attrazione di investimenti, sui
temi della rigenerazione urbana e della sostenibilità, della transizione ecologica e digitale, senza tralasciare il tema delle disuguaglianze che
in questi anni di pandemia si sono notevolmente acuite. Vogliamo tener dritta la barra e chiamare i cittadini pistoiesi a compiere una scelta
tra modelli profondamente diversi, scegliendo di fare della partecipazione attiva una cifra distintiva. Lo faremo con una coalizione
alla quale stiamo ancora lavorando: il cantiere non è chiuso, vogliamo che il ventaglio di alleanze sia il più ampio possibile, nella ricerca
dell’inclusione massima sui temi e sul programma. Credo che in una città nella quale abbiamo un questore donna e nella quale presto avremo un
prefetto donna, possa essere arrivato il momento anche di un sindaco donna e il PD si candida a raggiungere questo obiettivo».

Marmo

«Il campo del centrosinistra, Partito Democratico in testa, è la forza politica più attrezzata per affrontare le sfide di questo momento
storico - ha aggiunto Luca Marmo - La propensione al progressismo rappresenta l’approccio migliore per gestire i cambiamenti epocali in
atto ed è questo il valore aggiunto che mettiamo a disposizione dei cittadini. A San Marcello Piteglio ci proponiamo per una seconda
esperienza, lo facciamo perché le progettualità più importanti hanno una gittata temporale lunga e quindi per la loro natura necessitano di più
di un mandato. Lo facciamo con una squadra che in buona parte è quella che mi ha accompagnato in questi anni, nel segno della continuità».

Romiti

Gabriele Romiti ha spiegato che «Quarrata sarà un laboratorio aperto, che partirà dal dialogo non solo di tutte quelle forze politiche che ci
sostengono, ma anche con cittadini, volontariato, associazionismo e aziende. I punti più importanti sono la transizione ecologica, le
energie rinnovabili, le infrastrutture. Faremo investimenti importanti da un punto di vista ambientale e insieme alle nostre aziende lavoreremo
per un un rilancio della città, per fare di Quarrata il cuore pulsante dell’area metropolitana».

Bruschi

Federico Bruschi ha ringraziato «il PD per il sostegno che sta dando alla nostra lista civica. Vogliamo far tornare la quella voglia di
partecipazione alla vita sociale che nel territorio di Marliana nel tempo è venuta meno».

Cioni

Sandro Cioni ha ricordato: «Dopo la mia esperienza da consigliere comunale, mi sento pronto per la sfida della candidatura a sindaco. A
breve presenteremo il programma che abbiamo messo insieme con il confronto e con il dialogo nella nostra ampia coalizione composta da IV,
PSI, M5S, ART1 e Verdi. Esco dalle primarie e il primo nome che ho voluto fare per la mia lista è stato proprio quello del mio avversario,
Silvano Barbasso».

Alla conferenza stampa è intervenuto anche Sofian Aboulmachayl, Segretario provinciale dei Giovani Democratici: «Sono contento perché
nel partito e nei suoi programmi si parla ai giovani e di giovani, l’idea di città che viene portata avanti è esattamente quella che a noi
interessa».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter