Politica
Pistoia

Dopo il commento dell’assessore Bartolomei la politica continua a prendere le distanze

Anche la sottosegretaria Caterina Bini prende le distanze: “affermazioni gravissime”.

Dopo il commento dell’assessore Bartolomei la politica continua a prendere le distanze
Politica Pistoia, 15 Gennaio 2022 ore 18:06

Dopo il commento dell’assessore Bartolomei la politica continua a prendere le distanze

La politica continua a dibattere dopo le affermazioni diffuse via social dell’assessore Bartolomei.

L’intervento della presidente della società della salute e vicesindaca Annamaria Celesti

“Come presidente della Società della Salute Pistoiese e come medico parlano per me i fatti. Pur rispettando la libertà delle singole persone, non essendoci l'obbligo vaccinale, mi assumo sempre la responsabilità delle mie azioni e sono convinta che vaccinarsi sia prima di tutto un dovere morale e civico, e tutta la mia azione politica e professionale in questi 20 mesi è stata rivolta a combattere il covid 19 per quanto era nelle possibilità della SdS e nelle mie.

Ho sostenuto insieme a tutti i sindaci e assessori competenti della SdS pistoiese gli Hub vaccinali del nostro territorio, prima la Cattedrale, poi IL Circolo Mcl di San Biagio e ora il Ceppo, Bottegone, il Piot di San Marcello, la Casa della Salute di Quarrata e Agliana a cui si aggiunge l'Hub di Vignole, e l'ho fatto anche in prima persona come vaccinatrice volontaria non retribuita. Abbiamo cercato come SdS pistoiese, di non far mai mancare la presenza e le azioni possibili a supporto di tutti gli operatori sanitari, non solo delle nostre strutture ospedaliere, sostenendo anche in prima persona l'apertura di 72 posti di cure intermedie al Ceppo, ma anche a tutti gli operatori del territorio e di tutte le associazioni di volontari e del terzo settore senza i quali non avremmo potuto rispondere ai bisogni dei cittadini e anche e soprattutto i nostri hub vaccinali non avrebbero potuto svolgere la loro funzioni, tutti i giorni, 12 ore al giorno compreso festivi e festività da ormai quasi un anno.

Solo per indicare, tra le molte attività svolte dalla SdS Pistoiese a contrasto al dilagare dell'epidemia, voglio richiamare le azioni messe in atto a beneficio di anziani non autosufficienti e persone disabili ospiti dei centri residenziali e diurni del nostro territorio con forniture di dispositivi di protezione, screening periodici con tamponi, vaccinazioni, consulenze quotidiane".

Il commento della segreteria del Pd di Pistoia

“Le parole dell’assessore Bartolomei sulle regole volute dal governo per contrastare l’emergenza Covid sono gravissime. Non è tollerabile che un rappresentante delle istituzioni si lasci andare a giudizi senza né capo, né coda e a paragoni irrispettosi nei confronti della storia.
La recrudescenza della pandemia, testimoniata da numeri ancora molto alti, non ha insegnato niente? La salute di tutti è un bene da
preservare con responsabilità, facendo ricorso ai vaccini e a
comportamenti virtuosi.
Ci uniamo alla richiesta di dimissioni di Bartolomei già promossa dal  Partito Democratico comunale di Pistoia e ci auguriamo che anche la Lega  prenda le distanze dalle posizioni vergognose assunte dal loro assessore”.

Le affermazioni della Sen. Caterina Bini

I numeri che giungono con il bollettino quotidiano dei contagiati da covid-19 - dell’intera penisola e della nostra Regione - parlano chiaro: solo in Toscana, nelle ultime 24 ore, i nuovi casi sono 11.761. Eppure c’è più di qualcuno che continua a nutrire dubbi e a fare insinuazioni sulla situazione pandemica e sulle decisioni assunte dal governo.
Le parole pronunciate - tramite un commento su Facebook - dall’assessore leghista del comune di Pistoia, Alessio Bartolomei, sono gravissime. Paragonare l’operato e le decisioni assunte dal governo Draghi al nazismo sono insinuazioni da condannare e che ci danno conto dell’ignoranza e della poca conoscenza dei fatti storici legati a quel periodo.
Dispiace leggere certe affermazioni da una figura pubblica come la sua. Un’offesa ai nostri medici, ai nostri infermieri, ai nostri volontari impegnati da quasi due anni a fronteggiare la pandemia. Un’offesa anche alla nostra città, Pistoia, e all’intera nazione.

Questo, purtroppo, non è l’unico caso spiacevole che si è verificato nella nostra Regione. Questa notte, il nuovo hub di Montecatini, è stato imbrattato da scritte no-vax. Anche questo è un gesto gravissimo e da condannare con fermezza! Ancora più grave se pensiamo che il nuovo centro vaccinale era stato inaugurato solo poche ore prima. Mi auguro che i responsabili di questo gesto scellerato vengano presto individuati.”